Estero

Vacanze all’estero e terrorismo: le mete più sicure e quelle a rischio

Vacanze all’estero e terrorismo: le mete più sicure e quelle a rischio
Cristina Garbero

L’estate è finalmente entrata nel vivo, e di conseguenza molte persone decidono di partire per le vacanze.
Purtroppo però, nell’ultimo periodo, chi decide di prenotare un soggiorno, considera anche l’ipotesi terrorismo, che sta diventando un problema globale serio e che preoccupa sempre di più albergatori e turisti.

Le zone più colpite, e, a malincuore, da cercare di evitare, sono senza dubbio i paesi nordafricani, con la Tunisia al primo posto, considerato anche l’attentato di pochi giorni fa, e i paesi del medio Oriente, stupendi dal punto di vista naturalistico, ma ad alto rischio di attentati terroristici.
Purtroppo neanche l’Europa è un posto sicuro: la Francia è sempre bersaglio di attacchi degli estremisti islamici, e le minacce si estendono a tutto il continente.

Sicuramente nei paesi ad alto rischio di attacco i controlli sono molto frequenti, e probabilmente in un periodo come questo l’attenzione sarà molto più elevata, ma non si può certo stare tranquilli, perché se i terroristi decidono di attaccare, faranno di tutto per riuscirci, e senza preavviso.

Le mete che possono essere considerate più sicure, per questa stagione, sono l’America, considerato che le minacce si concentrano più sulle zone sopraelencate, e l’Australia, ma anche la nostra Italia può considerarsi una meta abbastanza sicura.
Inoltre, molte persone decideranno di passare le proprie vacanze in patria, il che non è nemmeno una scelta sbagliata, visto che il nostro paese ha molto da offrire.

Parlare di queste cose non è mai bello, considerato che il nostro mondo è un posto splendido, e tutti dovrebbero avere il diritto di andare a visitare qualsiasi paese, senza il timore di poter essere vittima di un attacco terroristico.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Estero

Altro in Estero