Attualità

Il fascino di Pantelleria un viaggio suggestivo nell’isola Siciliana

Il fascino di Pantelleria un viaggio suggestivo nell’isola Siciliana
Cristina Garbero

Pantelleria è una delle isole più suggestive della regione Sicilia. E’ la più grande e si trova nella provincia di Trapani, nel cuore del Mar Mediterraneo. Il territorio è di origine vulcanica ed ha al suo interno una grande varietà di elementi naturali, come i faraglioni o le colate laviche, nonché manufatti creati ad opera dell’uomo, come ad esempio i muri a secco e i “dammusi”, ovvero dei fabbricati rurali, costituiti da tetti bianchi ed apertura ad arco, dove i turisti, e non solo, amano trascorrere le proprie vacanze.

L’origine vulcanica dell’isola conferisce alle spiagge un colore scuro, detto nero diamantino, mentre e le sue coste sono fortemente frastagliate. Queste due caratteristiche conferiscono una particolarità precipua dell’isola siciliana.
Un luogo molto suggestivo è la Cala Levante, dove vi è la presenza di un faraglione vigilato da una scultura naturale, la quale rappresenterebbe la testa di un elefante dalla proboscide completamente immersa nel mare.

La sua grande vicinanza con il continente africano, l’isola dista infatti soli 70 chilometri dalla costa settentrionale dell’Africa, ha fatto sì che l’isola sia stata contaminata nei suoi usi e costumi, nonché nella cucina, come ad esempio per la preparazione di un piatto tipico africano, il cous cous. Quasi la totalità dei piatti tipici della gastronomia pantesca è di natura molto semplice, come ad esempio “la lubbia nostra”, piatto a base di legumi; la tumma, tipico prodotto caseario, ricavato da latte di mucca; e dolci tipici, quali: i mustaccioli, dolce tipico natalizio, i “canatreddi” ed i “pasticciotti” tipici invece delle festività pasquali.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità