Cronaca

Uccide figlia e moglie a martellate, poi si costituisce

Uccide figlia e moglie a martellate, poi si costituisce
Fulvio Guerci

A Cavour, piccolo centro del pinerolese e a pochi chilometri da Torino, la scorsa notte si è consumato un dramma familiare, probabilmente originato dalla depressione, e per l’ennesima volta una notizia che riguarda la violenza sulle donne sale agli onori della cronaca. Franco Pons, 67 anni, ha sterminato la sua famiglia composta dalla moglie e dalla figlia disabile, aggredendole nel sonno a colpi di martello e dando loro il colpo di grazia con un colpo di coltello alla gola.

Maddalena Livatino, 64 anni, e Barbara Pons, 43 anni, sono le vittime impotenti della furia omicida dell’uomo, il quale, dopo il massacro, ha telefonato alle forze dell’ordine per costituirsi. Al loro arrivo i carabinieri hanno trovato Franco Pons ad aspettarli con in mano una busta piena di soldi, preparati per affrontare le spese del funerale delle sue due vittime.
Il tranquillo paese piemontese si è svegliato sconvolto, questa mattina, incredulo del gesto compiuto dall’uomo, descritto dai vicini come puntiglioso e maniacale. Non è ancora chiaro quale sia il motivo di questo doppio omicidio, ma i motivi del folle gesto sembra vadano ricercati nella depressione che da tempo affliggeva l’uomo, il quale, nonostante avesse qualche problema di soldi, sembra che fosse soprattutto preoccupato per la figlia disabile, nata da una precedente relazione, e dal difficile futuro che potesse attenderla.
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca