Dal Mondo

Terremoto in Giappone: allarme tsunami rientrato

Terremoto in Giappone: allarme tsunami rientrato
Fulvio Guerci

Sembra essere già rientrato l’allarme tsunami che ha spaventato tutta la parte nord orientale del Giappone. Poco dopo le ore 17.00 locali, circa le 9.00 di mattina in Italia, una scossa sismica di magnitudo 7,3 nella Scala Richter, si è registrata a circa cinquecento chilometri da Tokyo.

Nonostante l’enorme distanza, la scossa si è avvertita anche nella capitale nipponica, facendo oscillare a lungo gli edifici. L’agenzia Japan Meteorological Agency ha subito lanciato l’allerta tsunami con la possibilità di onde alte fino a due metri che avrebbero potuto devastare la costa nord est del Paese.

Fortunatamente l’onda si è presentata sul litorale giapponese, dopo circa un’ora dal sisma, con un’altezza approssimativa di un metro, non provocando alcun danno. Il primo pensiero delle autorità locali in ogni caso è stato quello di eseguire urgentemente dei controlli alla centrale di Fukushima, dopo il gravissimo incidente nucleare del 2011.

Come misura cautelativa tutti i dipendenti della struttura sono stati spostati nella zona di sicurezza, ma pare che non ci sia alcuna anomalia. La polizia ha fatto sapere che il sisma non ha causato danni o feriti, ma solo un rallentamento del traffico. Per ora il servizio di treni rapidi Shinkansen è stato sospeso in via cautelativa.

Yoshihiko Noda, il primo ministro nipponico, si è recato immediatamente a Tokyo per seguire personalmente la situazione.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal Mondo

Altro in Dal Mondo