News

Tasi e Imu, il 16 giugno la scadenza della prima rata

Tasi e Imu, il 16 giugno la scadenza della prima rata
Redazione

Il 16 giugno rappresenta per molti italiani una scadenza fiscale molto importante: saranno milioni, infatti, le famiglie italiane proprietarie di immobili che dovranno versare nelle casse dello Stato gli importi relativi alla prima rata di Tasi e Imu, Tassa sui servizi indivisibili e Imposta municipale unica, rispettivamente.

Le differenze tra le due imposte è sottile. La prima, Tasi, è destinata ad essere investita per opere di illuminazione, pulizia stradale, cura del verde e tutti quei servizi che vengono forniti dai comuni per i cittadini. Chi è tenuta a pagarla sono i cittadini che all’interno del comune sono possessori di titolo di fabbricati, compresi dunque anche gli immobili di prima casa. Oltre ad essi, però, saranno anche gli inquilini a versare una quota dal 10% al 30% per l’immobile considerato. Le quote da versare variano da comune a comune,in base all’aliquota da essi scelta.

L’Imu, invece, mira a tassare gli immobili di lusso e gli immobili di seconde abitazioni. L’importo dovuto dal cittadino corrisponde al valore catastale dell’immobile moltiplicato per il coefficiente stabilito dalla legge per i vari tipi di abitazione.
Per evitare errori relativi al pagamento delle imposte, è consigliabile rivolgersi al proprio Comune e chiedere informazioni circa le aliquote dell’anno corrente. In alternativa, affidarsi ad un buon commercialista che svolga il lavoro al posto vostro sarebbe da preferire.

Bisogna considere, comunque, che il 16 giugno sarà dovuta solo la prima rata delle due tasse, mentre nel mese di dicembre si dovrà corrispondere la seconda: la seconda rata risulterà essere un conguaglio dell’importo dovuto, per cui si potrà provvedere ad appianare eventuali errori fatti per la prima rata.
Il pagamento delle due imposte potrà avvenire sia in banca che in posta, con bollettino di conto corrente postale oppure con modello F24.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Altro in News