Software

Sistema mappe di iOS 6.0: Apple dice addio a google maps

Sistema mappe di iOS 6.0: Apple dice addio a google maps
Gianluca Simeone


Se il re annunicato della tradizionale conferenza stampa WWDC targata Apple è stato il nuovo MacBookPro con schermo Retina di cui abbiamo già parlato, non meno appetibile per gli amanti della mela e sono gli importanti aggiornamenti apportati dai tecnici di Cupertino al sistema operativo iOS.

La versione 6.0, che da previsione giungerà in autunno non su tutti i prodotti Apple (verrà montato su iPad, iPad 2, iPhone 4S, iPhone 4, iPhone 3GS e iPod Touch di quarta generazione. Fuori dalla lista il primo iPad e l’iPod Touch di terza generazione), conterrà una delle novità più attese.

Stiamo parlando del neo-nato sistema di mappe tutto fatto in casa a scapito, ovviamente, di Google e del suo sistema Maps. Affidandosi ad uno stile grafico tutto personalizzato le prime immagini realtive alle mappe targate Apple sembrano convincere i critici anche se rimane ancora presto per un giudizio definitivo.

L’implementazione non riguarda solamente la parte grafica che, in ogni caso, sarà integrata dalla modalità 3D Flyover che permetterà di visualizzare alcune città in versione tre dimensioni.

Oltre a tutto questo un significativo miglioramento è stato apportato alla ricerca dei punti di interesse e al calcolo dei percorsi che, eccezionalmente, potranno essere indicati attraverso la propria voce tramite l’assistente vocale Siri.

Il tutto possibile grazie alla collaborazione sorta con l’azienda leader Tom Tom la cui sinergia ha reso possibile la navigazione by-turn.
In definitva una risposta completa alle esigenze del “navigatore” con tanto di dati sul traffico reale ed informazioni sulla circolazione, anch’essi in real time.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Software

Altro in Software