Cronaca

Sicilia: nuova ondata di immigrati, 45 morti accertati

Sicilia: nuova ondata di immigrati, 45 morti accertati
Redazione

Nuova, ennesima, insostenibile tragedia. A una settimana dalla strage di immigrati giunti nel porto di Ragusa su un’imbarcazione contenente 45 corpi di nordafricani deceduti durante uno dei tanti viaggi “della speranza” (inizialmente si pensava fossero 30 le vittime), lo stretto di Sicilia deve fare nuovamente i conti con una situazione di emergenza umanitaria senza precedenti.

Come confermato da alcune agenzie di informazione, un gommone con circa 70 migranti a bordo è ufficialmente disperso nelle acque territoriali dell’isola del sud Italia tanto da indurre la procura di Catania ad aprire un’inchiesta.
Ma nel frattempo, mentre continuano le ricerche per rintracciare l’imbarcazione dispersa, proseguono le indagini e la conta delle salme del peschereccio che ora si trova nel porto di Pozzallo.

I corpi dei deceduti (45 su un totale di 600 persone) sono già stati posizionati all’interno delle sale frigorifere allestite dalla Protezione Civile perché siano disponibili ai rilievi autoptici disposti dalla procura a cui seguiranno alcune autopsie. La certezza è che i decessi siano quasi tutti avvenuti per asfissia e che i corpi siano stati poi ammucchiati nelle ghiacciaie e nella sala macchine come fossero dei sacchi della spazzatura.

Le indagini, che stanno proseguendo di pari passo ai rilievi medici, hanno già portato all’arresto di due persone extracomunitarie, che con certezza svolgevano il ruolo di scafisti sul peschereccio partito dalle coste della Libia.
L’accusa delle autorità della Marina militare italiana, che in questi giorni sta svolgendo un lavoro extra incredibile per trasportare le imbarcazioni sulle rive italiane in nome dell’impegno Mare Nostrum, parla di numeri impressionanti.
Numeri che l’Italia non può più sostenere da sola.

Sarà necessario un intervento immediato, forte e finalmente risolutivo per porre rimedio alla situazione ormai senza controllo. La guida italiana del semestre europeo dovrà servire ai parlamentari del nostro paese a imporre aiuti sostanziali da parte di tutte le altre nazioni, pena il completo collasso del sistema di accoglienza del belpaese.

immigrati

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca