Calcio

Semifinali Mondiali: Brasile-Germania e Argentina-Olanda

Semifinali Mondiali: Brasile-Germania e Argentina-Olanda
Pietro Gagliardi

Saranno quattro grandi nazionali storiche a giocarsi l’accesso alla finalissima dei Mondiali di calcio del Brasile.
A Belo Horizonte, per la seconda volta nella storia, si affronteranno i padroni di casa del Brasile e la Germania, mentre a San Paolo saranno, il giorno seguente, l’Olanda e l’Argentina a scontrarsi per guadagnare il biglietto per il Maracanà.

Inutile sottolineare l’attesa spasmodica che sta vivendo tutto il Brasile per una semifinale che mette in campo 8 titoli mondiali e che rievoca ricordi belli per i verdeoro che sconfissero i tedeschi nella finale mondiale del 2002 grazie a una doppietta di Ronaldo.
Ma il giocatore più atteso, il fenomeno di una nazionale oggi molto più povera di talento rispetto a quella che salì sul tetto del mondo, non ci sarà.

L’attaccante Neymar, sin qui decisivo, ha già finito il suo torneo dopo l’infortunio alla schiena rimediato contro la Colombia; brutte notizie anche in difesa dove mancherà il capitano Thiago Silva, ammonito e qualificato per il difficile match contro la formazione di Loew che arriva fiduciosa all’incontro con i padroni di casa. Solo certezze per il c.t. tedesco che dovrebbe poter schierare la formazione migliore in assoluto con Mueller e Klose in avanti. La diretta ore italiane sarà alle ore 22.00.

Il giorno seguente, mercoledì 9 con diretta alle ore 22.00, in campo gli Oranje del “mago” Van Gaal e l’Argentina di Messi, finalmente tornata ai vertici del calcio internazionale. All’interno dell’Arena del Corinthias sarà una riedizione della finale della Coppa del Mondo del 1978, quella che vide l’albiceleste sconfiggere gli olandesi.

L’Argentina, semifinalista dopo ben 24 anni di attesa, cerca la vittoria nella terra degli eterni rivali brasiliani senza uno dei suoi assi Di Maria, uscito infortunato dall’ultima gara contro il Belgio, ma con un Higuain ritrovato e un Aguero pronto al rientro. A spaventare la formazione olandese è, più che altro, la fatica fisica e psicologica accumulata nei 120 minuti più rigori della sfida contro la sorprendente Costa Rica. L’entusiasmo di Robben, Snejder e Van Persie non è però da sottovalutare.

mondiali-brasile

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio

Altro in Calcio