Attualità

Ségolène Royal contro la Nutella, poi le scuse su Twitter

Ségolène Royal contro la Nutella, poi le scuse su Twitter
Redazione

E’ di pochi giorni fa l’ennesimo dardo verbale scagliato contro la Nutella, la celebre e buona crema spalmabile prodotta dalla Ferrero da più di cinquant’anni. A parlare stavolta è stata la politica francese Ségolène Royal. Le sue parole però hanno rischiato far nascere un incidente diplomatico.

L’esponente del Partito Socialista francese, ministro dell’ecoogia e dello sviluppo sostenibile e dell’energia ha invitato pubblicamente i cittadini francese a non mangiare la Nutella in quanto il prodotto contiene olio di palma. Secondo il ministro francese dunque la Ferrero sarebbe responsabile di danneggiamento della salute pubblica, della deforestazione massiccia, perché l’olio di palma è appunto estratto dalle omonime piante, ed ancora come conseguenza della deforestazione la Ferrero sarebbe quindi anche responsabile del surriscaldamento globale.

Un attacco troppo duro e visibilmente esagerato, quello del ministro francese, non supportato ad oggi da consensi scientifici evidenti. Sebbene sia risaputo che l’olio di palma, come tutti i grassi saturi, se consumato in dosi esagerate sia dannoso per la salute, è altrettanto vero che l’organismo ha una tolleranza specifica a questi alimenti e che l’olio di palma non ha proprietà cancerogene.

Ancora è apparso esagerata l’accusa alla Ferrero di essere responsabile del processo di deforestazione globale, anche perché, ma forse questo l’ex compagna del Presidente Hollande non lo sapeva, la Ferrero si è già da tempo impegnata nel contribuire al problema della deforestazione realizzando delle filiere alternative per la coltivazione delle palme.

Così la Signora Royal, dopo essere stata anche ammonita dal Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, che l’ha gentilmente invitata a lasciare in pace i prodotti italiani, ha dovuto smentire se stessa, chiedendo scusa e chissà, forse a cena avrà anche mangiato pane e Nutella seguendo il consiglio del Ministro Galletti.

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità