Attualità

Sciopero comandanti Lufthansa, 3.800 voli cancellati

Sciopero comandanti Lufthansa, 3.800 voli cancellati
Redazione

C’è grande timore in tutta Europa per lo sciopero dei comandanti e del personale di volo della compagnia tedesca Lufthansa.
Gli scioperanti (tutti appartenenti al personale di volo) hanno deciso di incrociare le braccia da oggi mercoledì 2 aprile sino a venerdì 4 aprile a causa del mancato accordo per l’aumento degli stipendi e un piano pensionistico migliore richiesti e discussi da circa due anni.

La Lufthansa, compagnia che effettua circa 1.800 voli intra ed extra europei ogni giorno, si è quindi vista costretta a cancellare circa 3.800 voli, che tradotto in soldi significa una perdita di introiti di oltre 10 milioni di euro, sicuramente un duro colpo.

L’inattività del vettore tedesco farà sì che a terra rimangano 425 mila passeggeri (tutte informate tramite email o sms) che avevano prenotato con la compagnia, e causerà non pochi problemi anche in ottica di rimborsi e recupero delle rotte perse. Ad essere operativi rimarranno in ogni caso solo 500 voli Lufthansa e Germanwings di corto e lungo raggio.

Questo perché i comandanti delle altre compagnie appartenenti al gruppo Lufthansa- Eurowings, CityLine e Air Dolomiti – non hanno aderito allo sciopero del personale di volo, che fa seguito a quello del personale di terra, avvenuto solo una settimana fa. Un doppio colpo pesante anche per un colosso del settore.

lufthansa-sciopero

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità