Scandalo all’Aler: sedici arresti per corruzione e turbativa d’asta

Scandalo all’Aler: sedici arresti per corruzione e turbativa d’asta
Fulvio Guerci

Giuseppe Gennari, Gip di Milano, su richiesta della Procura meneghina, ha disposto l’arresto di sedici persone: sette sono in carcere mentre nove per ora sono agli arresti domiciliari. Le forze dell’ordine hanno notificato le ordinanze di custodia cautelare agli imputati con l’accusa di corruzione e turbativa d’asta.

Sotto inchiesta diverse gare di appalti pubblici per un valore totale superiore ai dieci milioni di euro. Arrestata anche la responsabile dell’Aler, l’azienda lombarda che si occupa di gestire l’edilizia popolare locale. Il fulcro delle indagini verte sulla Kaleidos di Saronno, in provincia di Varese, che secondo il Pubblico Ministero, Paolo Filippini, avrebbe garantito a diversi dirigenti pubblici favori, periodiche provvigioni o direttamente somme in contanti, ovviamente in nero.

La Kaleidos, in questo modo, si sarebbe guadagnata condizioni di favore in diversi appalti, sistematicamente ricompensando economicamente chiunque fosse stato in grado di favorirla. Ma nel mirino del sistema giudiziario sono finite anche le aziende Metropolitana Milanese e Ferrovie Nord. Le gare d’appalto per il noleggio di automezzi erano vinte sempre da due aziende, fanno notare gli investigatori, una di queste era proprio la Kaleidos Srl.

“Sono state trovate” – spiegano inoltre le forze dell’ordine – “delle associazioni particolari tra gli imprenditori che forniscono il noleggio di mezzi e gli amministratori di alcune società pubbliche, come la Aler, Ferrovie Nord Milano e la Metropolitana Milanese”. Questo tipo di associazione avrebbe pilotato e quindi falsato numerose gare d’appalto tra il 2006 ed il 2012.

tribunale-milano

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in