Mobile

Samsung al lavoro sugli smartphone con schermo flessibile

Samsung al lavoro sugli smartphone con schermo flessibile
Gianluca Simeone

Il mercato degli smartphone resta estremamente concorrenziale, con i principali colossi tecnologici che si stanno sfidando nell’anno in corso a colpi di innovazione. Oltre ad aver conquistato dodici mesi fa la vetta delle classifiche di vendita nel comparto dei telefonini di ultima generazione, Samsung potrebbe essere in procinto di bruciare tutti i principali competitors nella corsa alla realizzazione dei nuovi smartphone con schermo flessibile.

Si tratterebbe di una svolta importante, considerando che il colosso coreano ha già inflitto ad Apple un duro colpo nella sfida sul campo della wearable technology, realizzando il suo Galaxy Gear, lo smartwatch in grado di interagire con lo smartphone replicandone ed ampliandone le potenzialità, prima che l’azienda di Cupertino riuscisse a lanciare sul mercato il suo iWatch. La storia potrebbe ripetersi con l’uscita di nuovi telefonini super – flessibili ed ultraresistenti, in grado letteralmente di piegarsi nelle mani degli utenti, senza rovinarsi naturalmente, grazie alle caratteristiche degli speciali display Oled.

I quali sono letteralmente in grado di flettersi, essendo costituiti da strati leggermente concavi: il che ovviamente non pregiudica la resa dell’immagine, sempre ad alta definizione su uno schermo decisamente ampio (si parla di sei pollici) e soprattutto straordinariamente sottile (meno di mezzo centimetro di spessore).

Il nuovo dispositivo dovrebbe chiamarsi, secondo le indiscrezioni filtrate in rete, Samsung Galaxy Round, e secondo gli osservatori del mercato tecnologico potrebbe arrivare a rappresentare una frontiera estremamente redditizia, considerando che i nuovi smartphone con display flessibile secondo le previsioni potrebbero arrivare ad accaparrarsi una fetta di mercato stimabile in un miliardo e mezzo di dollari entro i prossimi due anni.

Vedremo come la concorrenza riuscirà a rispondere a Samsung: sembra che LG ad esempio si sia messa immediatamente al lavoro per recuperare il tempo perduto, mentre come spesso avviene, vige il riserbo sulle mosse di Apple. Il prezzo del Galaxy Round potrebbe però venire incontro all’azienda di Cupertino, che spesso ha sofferto le politiche coreane in grado di realizzare device meno dispendiosi: lo smartphone flessibile di Samsung dovrebbe aggirarsi infatti ad un prezzo d’uscita intorno ai mille dollari.

display flessibile

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Mobile