Tablet

Recensione di Archos Gamepad, Android gaming tablet

Recensione di Archos Gamepad, Android gaming tablet
Redazione

A un anno dal suo annuncio è finalmente sul mercato Archos GamePad, un nuovo tipo di tablet che combina controlli adatti al gaming ad un sistema operativo Android di modo migliorare l’esperienza di gioco su di quest’ultimo. GamePad è dotato di uno schermo touch capacitivo da 7 pollici, pulsanti fisici di controllo e due stick analogici, il tutto supportato da un processore dual-core ARM RK3066 da 1.6 Ghz, una GPU Mali quad-core 400mp ed 1 gb di RAM dedicata, il tutto incluso in un case di acciaio stainless e plastica. Sul lato superiore del case sono presenti un connettore HDMI, il microfono, un ingresso mini-jack 3.5mm ed un connettore micro-USB.

Sul lato inferiore è collocato lo slot MicroSD e immediatamente sopra lo schermo è posta una fotocamera da 0.3 Mpx. Il display ha una risoluzione di 800×480 da 169 ppi che rende il testo molto leggibile. Meno soddisfacente è la resa dei colori e gli angoli di visuale. Il multi-touch, invece, è molto reattivo e capace di gestire fino a 5 tocchi simultanei.

Per quanto riguarda i controller il riscontro è positivo, anche se non il massimo del comfort (bisognerà farci la mano). In particolare gli stick analogici hanno un ottimo calcolo degli offset e delle dead zones, pertanto sarà possibile, in giochi come GTA 3, camminare o correre a seconda della pressione esercitata. Il D-Pad consta in quattro pulsanti separati. A causa della mancanza di spazio, i tasti R2 e L2 sono posizionato in prossimità degli stick analogici. La vibrazione è, invece, non implementata.

Gli speakers, a differenza di molti altri tablet, sono posizionate sul lato frontale del GamePad di modo da migliorare l’esperienza di immersione sonora. La batteria ha una durata di 4 ore e 32 minuti che si riducono a 2 ore con Wifi attivata e sforzo del processore al superiore all’80%.

Essendo una piattaforma nata per il gaming, non sono stati riscontrati problemi rilevanti nell’utilizzo dei giochi supportati che, grazie all’esclusivo Game Mapping Tool autoconfigureranno i tasti per adattarsi al GamePad (i tasti potranno essere modificati successivamente tramite un semplicissimo sistema di drag-and-drop). GamePad è inoltre dotato della completa Archos Multimedia Suite che permette la decodifica di video in full HD e dei formati audio e video più comuni.

Nonostante i difetti, Archos GamePad ha un ottimo rapporto qualità-prezzo (149,99€), anche per l’assenza quasi completa di concorrenti in questa fascia di mercato (unico vero e proprio concorrente è il WIkiPad, il cui costo, però, supera i 400 €).

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tablet

Altro in Tablet