Rapinato gioielliere nel quartiere Aurora di Torino

Rapinato gioielliere nel quartiere Aurora di Torino
Fulvio Guerci

Nella città di Torino ed in particolar modo nella sua parte periferica, resta alta la percezione di un problema relativo alla mancanza di sicurezza e legalità. Un aspetto che da tantissimi anni è stato posto al centro delle priorità con diversi misure varate al fine di arginare il fenomeno, ma che in sostanza non hanno consentito di raggiungere risultati apprezzabili.

Il numero di furti, rapine, scippi, violenze sessuali e aggressioni rimane alto nonostante ci sia una grande sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti di  una vera e propria piaga sociale che non consente ai cittadini di vivere serenamente la propria quotidianità. L’ultimo episodio è accaduto in via Cecchi, con una incredibile e violenta aggressione ad un gioielliere all’interno del proprio negozio.

Il negoziante ha dovuto subire una cruenta violenza nei propri riguardi da un malvivente riuscito a sottrarre una decina di pietre preziose. Ciò che desta preoccupazione è il fatto che ormai scippatori e rapinatori operino le proprie malefatte a volto scoperto ed in pieno giorno, chiaro sintomo di onnipotenza che va contrastato in maniera decisa . Fortunatamente ci sono sempre più comitati civili composti da cittadini e commercianti che provano quotidianamente a debellare questo piaga con manifestazioni, cortei e quant’altro.

Uno dei rappresentanti del comitato Aurora, Pino Lamendola, sottolinea con grande rammarico come nonostante tutte le iniziative prese nello corso del mese di novembre, in particolare con il corteo ed una serie di lettere inviate alle autorità competente, si sia nuovamente difronte ad un episodio di violenza che di fatto getta nello sconforto tutti i residenti. Lamendola, però tiene a sottolineare come questo episodio deprecabile di certo non influirà sulla voglia di legalità e sicurezza, infatti è in programma un nuovo corteo di protesta.

Dello stesso avviso è anche il Coordinamento Comitato Spontanei Torinesi (CCST) che ha in programma prima di Natale ed esattamente il prossimo 20 dicembre, un importante incontro al Comune con l’Assessore al commercio Giuliana Tedesco alla presenza anche di rappresentanti della polizia municipale, nel tentativo di trovare una valida e rapida soluzione alla questione. Infine, il presidente del CCST, Carlo Verra, ha annunciato che nel prossimo anno ci saranno diversi incontri con le istituzioni per una proficua collaborazione, per portare alla loro attenzione i disagi dei cittadini e quindi rivestire un ruolo fondamentale nella soluzione di un problema diventato ormai insopportabile.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in