Cronaca

Rapina la banca del Parlamento, arrestato alle Poste

Rapina la banca del Parlamento, arrestato alle Poste
Redazione

Un uomo di 38 anni, è stato arrestato nella giornata di ieri dopo aver rapinato una filiale del Banco di Napoli a Palazzo San Macuto, in cui sono ospitate le commissioni bicamerali d’inchiesta del Parlamento.

L’uomo si è introdotto all’interno della filiale, armato di taglierino e dopo aver minacciato la cassiera, è riuscito a scappare con un bottino di circa 15 mila euro, rubato da un cassetto. Egli l’aveva già in parte versato alle Poste, quando gli agenti di Polizia della Camera, sono riusciti ad arrestarlo e metterlo agli arresti domiciliari.

Il responsabile, è stato riconosciuto attraverso le videocamere di sorveglianza, ed è risultato essere un impiegato alla mensa di Palazzo San Macuto. Ha dichiarato di averlo fatto perchè si trovava in condizioni di ristrettezze economiche. Quando è stato bloccato dagli agenti, aveva già inviato un bonifico di 4 mila euro alla moglie.

La rapina è stata effettuata con indosso una maschera di carnevale e più precisamente da diavolo. Dopo aver ottenuto il bottino, l’uomo è scappato, da un’uscita secondaria, raggiungendo poi una macchina precedentemente parcheggiata davanti al palazzo ed ha raggiunto l’ufficio postale di Monte Sacro.

Gli inquirenti, hanno subito capito che si trattava di qualcuno che conosceva bene il posto, vista la rapidità con cui è avvenuta l’azione e la facilità con cui è riuscito a raggiungere l’uscita secondaria, visti anche i rigidi controlli che vi sono all’interno del palazzo.
Il rapinatore è entrato nella banca intorno alle 9. 15 dall’ingresso utilizzato dai fornitori della mensa.

rapina_banca

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca