Politica

Prove di governo: Pd, M5S e Pdl al Quirinale per le consultazioni

Prove di governo: Pd, M5S e Pdl al Quirinale per le consultazioni
Fulvio Guerci

Il grande giorno è arrivato. In queste ore gli esponenti dei tre maggiori partiti italiani, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Popolo della Libertà assieme alla Lega Nord stanno salendo al Colle dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per le consultazioni necessarie a rendere note al primo cittadino italiano le intenzioni di governo dei singoli partiti o delle loro coalizioni.

Il clima è incandescente. Il Partito Democratico presenterà il proprio piano di governo e il leader (in questo caso il segretario Bersani) che avrà il compito di guidare l’esecutivo “esplorativo” attraverso gli ormai famosi 8 punti programmatici e chiedendo così una fiducia, anche a tempo, in attesa di nuove votazioni; il Movimento 5 Stelle sarà invece rappresentato (è questa forse la notizia che crea più attesa) da Beppe Grillo, “orfano” per l’occasione di Casaleggio che ha rinunciato a presentarsi al Quirinale. Come già più volte ribadito, Grillo chiederà a Napolitano un “Governo a 5 stelle” senza piegarsi a nessun altra forma di esecutivo. Con Gianroberto Casaleggio assente annunciato, ad accompagnare Grillo da Napolitano saranno i due capigruppo di Camera e Senato Roberta Lombardi e Vito Crimi.

Per quanto riguarda invece il “terzo incomodo” di turno, cioè il Pdl, la volontà è chiara. I berlusconiani chiederanno con forza un governo a larghe intese, ufficialmente per “il bene del paese”, ma a patto che vengano salvaguardati gli interessi primari del Cavaliere. Difficile, se non impossibile, questa volta trovare appoggio dalle altre forze politiche per un simile progetto. Questa mattina sarà anche l’occasione di un primissimo confronto in merito alla successione al Quirinale del presidente Napolitano.

consultazioni

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Politica