Problemi per le parlamentarie Pd a Bologna

Problemi per le parlamentarie Pd a Bologna
Fulvio Guerci

A tenere banco nel panorama politico bolognese sono in questi giorni le parlamentarie del centro sinistra effettuatesi il 30 dicembre come in gran parte della penisola. Nel capoluogo emiliano si era venuto a creare un caso: infatti, secondo le regole stabilite dai partiti per le parlamentarie, doveva essere salvaguardata l’alternanza di genere nelle votazioni tutelando in questo modo le donne candidate, ma a Bologna si è venuto a creare un paradosso secondo il quale le donne sarebbero state più votate degli uomini. Seguendo l’alternanza, sarebbe stato eletto tra i sette possibili, Paolo Bolognesi che però aveva meno voti, quasi mille in meno, di Sandra Zampa.

Il Pd ha così risolto il problema non escludendo Zampa, figura importante, ex portavoce di Romano Prodi e sostenuta dall’assessore Amelia Frascaroli, presidente dell’associazione vittime della strage della stazione di Bologna. Per ora, quindi, Paolo Bolognesi, se non verrà inserito nel listino nazionale, sarà fuori dal Parlamento nazionale il che potrebbe creare qualche problema alla segreteria nazionale del partito.

Lancia un monito, intanto, durante il Te Deum, l’arcivescovo di Bologna Carlo Caffara secondo cui Bologna sembra ormai una città destinata al tramonto, una città malata di rassegnazione, con un potenziale enorme che però non viene sfruttato. Un monito che colpisce anche i politici quello di Caffara, che ha aggiunto come il valore della convivenza civile debba essere dato anche da “operatori economici e responsabili politici” i quali devono pensare al bene comune e non solo al bene personale ed al proprio vantaggio.

Notizia politica che interessa anche Bologna è quella riguardante il segretario di Sel della cittadina toscana di San Miniato, una vecchia conoscenza del calcio bolognese, Renzo Ulivieri, che ha vinto le parlamentarie ed è molto vicino a diventare senatore nel parlamento italiano.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in