Economia

Piano salva-Cipro: dall’Europa arrivano 10 miliardi

Piano salva-Cipro: dall’Europa arrivano 10 miliardi
Fulvio Guerci

Il piano ribattezzato salva-Cipro è stato votato ed entrerà subito in vigore. Lo spauracchio del prelievo forzato sui conti corrente presenti nelle banche dell’isola è stato scongiurato grazie a un accordo raggiunto a Bruxelles dal Parlamento dell’Unione Europea che ha evitato in questo modo un pericoloso precedente nella storia dell’Eurozona.

Per evitare la bancarotta del piccolo stato mediterraneo, l’Eurogruppo ha approvato un piano di aiuti economici che prevede una iniezione di liquidità nelle casse statali di 10 miliardi di euro, che in ogni caso corrispondono a una piccola parte dei 70 miliardi di cui Cipro avrebbe necessità per allontanare ogni ombra di fallimento nazionale.

Il provvedimento riguarda per ora solamente la maggiore banca del paese, vale a dire la Laiki, che potrà quindi salvaguardare anche i depositi di soldi inferiori ai 100 mila euro.

Alla notizia del piano di salvataggio, le Borse europee (Parigi, Londra, Francoforte, Milano, Madrid), ma anche quelle internazionali (New York, Hong Kong, Tokyo, Sydney) che nei giorni scorsi avevano risentito pesantemente dell’incerta situazione cipriota, hanno tutte riaperto al rialzo. Anche lo spread tra i Btp italiani e i Bund tedeschi si è ristretto sensibilmente.

salva-cipro

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Altro in Economia