Cronaca

Pescara: la discarica dei veleni ha contaminato 700mila persone

Pescara: la discarica dei veleni ha contaminato 700mila persone
Redazione

Pescara. Oltre 700 mila persone, tra cui pazienti di ospedali e alunni di alcuni scuole hanno bevuto acqua altamente contaminata da sostanze dannose per l’organismo umano.
E’ questa l’inquietante passaggio della relazione che l’Istituto Superiore della Sanità ha realizzato in merito alla contaminazione delle acque nella zona del pescarese da parte di una mega discarica di rifiuti tossici.

“La qualità dell’acqua è stata indiscutibilmente, significativamente e persistentemente compromessa” si legge all’interno del documento redatto dagli avvocati Pietro Comba, Ivano Iavarone, Mirko Baghino e Enrico Veschetti, e ciò significa che un impressionante numero di cittadini è venuto, direttamente o indirettamente a contatto con il liquido tossico.

A finire nel mirino sono i vertici della società Montedison che, che si aggiungono agli oltre 20 indagati della prima inchiesta condotta dal Corpo Forestale, oggi dovranno difendersi dalle accuse che gli contestano un’azione indiscriminata di sversamento di sostanze pericolose in aeree protette e ad alto rischio per la presenza di falde acquifere.

La popolazione pescarese coinvolta attraverso il consumo e l’utilizzo delle acque si chiede oggi come sia stato possibile per l’azienda giungere sino a quelli livelli di abuso del territorio.

discarica-Pescara

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca