Economia

Pensioni, arrivano i primi rimborsi

Pensioni, arrivano i primi rimborsi
Redazione

In questi giorni i rimborsi previsti dal decreto legge 65/2015 cominceranno ad essere erogati per far fronte al fermo
causato dalla legge Fornero tre anni fa. Ne usufruiranno oltre quattro milioni di pensionati italiani.
Gli interessati non dovranno fare alcuna domanda, giacché la procedura comporta l’accredito automatico della quota stabilita, a meno che il pensionato non sia, nel frattempo, deceduto. In questo caso i familiari interessati al rimborso dovranno richiedere espressamente i benefici all’Inps.

A chi sono indirizzati i rimborsi? Le somme andranno soltanto ad alcune categorie specifiche di pensionati, ovvero quelle che godono di una retribuzione che supera dalle tre alle sei volte il minimo. Coloro che percepiscono, quindi, assegni da almeno 1500 euro lordi circa. L’obiettivo del provvedimento è quello di rimediare all’esclusione di queste categorie dagli aumenti del caro vita per gli anni 2012-2014.
Il governo ha predisposto, per l’occasione, il rimborso di appena 2,1 dei 18 miliardi di euro che spettavano ai pensionati, motivo per cui ci sono stati vari ricorsi.

Le polemiche, infatti, non sono mancate. Diversi sindacati, tra cui la Cgil, hanno preso posizione in difesa dei pensionati attaccando il provvedimento del governo Renzi in quanto gli arretrati subirebbero, in questo modo, una decurtazione consistente, causando evidenti disagi sia agli aventi diritto che e alle loro famiglie. Il Codacons ha avviato, quindi, una class action contro il governo per il denaro sottratto agli aventi diritto.

Il presidente del consiglio ha, recentemente, ribadito che la restituzione dell’intero ammontare dei rimborsi non sarà possibile, giacché il governo non dispone, al momento, di una tale somma di denaro. Questa giustificazione non sembra sufficiente a coloro che ci hanno rimesso in prima persona e che ritengono che i loro diritti siano stati calpestati per ragioni di bilancio statale.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Altro in Economia