Cronaca

Nuovo record per la disoccupazione giovanile italiana

Nuovo record per la disoccupazione giovanile italiana
Redazione

Non sono buone le notizie che giungono sul fronte della disoccupazione, almeno per quel che riguarda la disoccupazione giovanile.

Se, infatti, dal mese di maggio è diminuito dello 0,3% il tasso di disoccupazione generale, passato dal 12,6% al 12,3%, l’Istat ha però anche segnalato che ha toccato quota 43,7% il tasso relativo alla mancanza di lavoro tra i più giovani, quelli che hanno un’età compresa tra i 15 e i 24 anni.
Secondo l’Istat i dati evidenziano che, seppur vi sia stata una battuta d’arresto per quel che riguarda l’inarrestabile perdita dei posti di lavoro, nel breve periodo non ci sono ancora dei segnali in grado di testimoniare questa lenta e timida ripresa.

Oggi, nel nostro paese, ci sono circa 3 milioni e 153 mila persone in cerca di un lavoro, un numero cresciuto di circa 26 mila unità rispetto allo scorso anno, come si può evincere confrontando il numero con lo stesso dato relativo al 2013; inoltre 4 milioni e 376 mila persone non cercano più un impiego e il 73,2% di questi è rappresentato da giovani.

Nel frattempo, il commissario straordinario alla spending rewiew Carlo Cottarelli sembra essere sulla strada delle dimissioni. Questo, almeno, quello che avevano fatto presagire le sue parole, estremamente critiche nei confronti di quei 1,6 miliardi di uscite previste dal governo che lui dovrebbe provvedere a tagliare per alleggerire il peso delle tasse sui redditi dei contribuenti. A detta di Cottarelli, infatti, i tagli alle spese sembrano essere destinati a coprire altre spese, invece di garantire la possibilità di riduzione delle imposte.

Per ora, comunque, l’ipotesi delle dimissioni sembra essere stata allontanata dallo stesso commissario straordinario, che ha dichiarato che andrà avanti col suo lavoro.

lavoro

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca