Cronaca

Nuova visita fiscale in ospedale per Silvio Berlusconi

Nuova visita fiscale in ospedale per Silvio Berlusconi
Fulvio Guerci

Ricoverato da giovedi sera scorso all’interno del “suo” ospedale San Raffaele di Milano, Silvio Berlusconi continua a rimandare “per problemi di salute” i suoi appuntamenti con i magistrati meneghini. E le polemiche si sprecano.

I legali del Cavaliere Longo e Ghedini, che oggi non saranno in aula perchè essendo parlamentari saranno impegnati in un vertice del partito, hanno già giocato più volte la carta del “legittimo impedimento” prima utilizzato poichè l’ex premier era occupato in impegni di campagna elettorale ed oggi per motivi di salute.

Secondo gli avvocati fedelissimi del presidente la congiuntivite che affligge Berlusconi sarebbe tale da impedirgli di presenziare in aula, ma i pm milanesi, Ilda Boccassini in testa non ci stanno e non considerano l’uveite un ragionevole motivo di “impedimento”. Dopo aver già una volta inviato presso il nosocomio una volta gestito dalla controversa figura di Don Verzè alcuni ispettori incaricati di verificare l’attendibilità dei bollettini medici emessi, è notizia di oggi che “Ilda la rossa” avrebbe predisposto una seconda visita fiscale. Oggi, infatti, il Cav era atteso in tribunale per l’udienza rinviata la scorsa settimana del processo Ruby e, nonostante la sua certa assenza, sarà formulata la requisitoria dell’accusa con le richieste di pena.

Ma l’agenda di appuntamenti in aula per l’ex premier è molto fitta e sfuggire a ogni udienza processuale sarà in ogni caso difficile. Accanto al processo per il Bunga Bunga sta procedendo anche quello sui diritti Mediaset mentre in merito al “caso Unipol” le richieste di condanne sono già state presentate; a ciò si aggiunge anche la spinosa questione di De Gregorio, su cui si indaga per “corruzione”.

In ogni caso proprio oggi avverrà l’accertamento delle condizioni del presidente predisposto dal consiglio dei giudici che invierà il cardiologo Cesare Fiorentini, l’oculista Stefano Gambaro assieme a un medico legale. La procura milanese vuole capire quali siano le reali condizioni dell’imputato e agire di conseguenza prima che si torni nella bagarre del governo quando, niente si può escludere, Berlusconi potrebbe trovare una carica che gli permetta di posticipare a tavolino i suoi appuntamenti con la giustizia.

Le notizie che trapelano dal San Raffaele parlano di un Berlusconi colpito da uveite, ma anche sofferente di picchi di ipertensione, curati con la somministrazione di farmaci che necessitano di tener monitorata anche la condizione del suo cuore. Forse per questo, sicuramente per strenua fedeltà al loro leader, i componenti del Pdl si sono schierati in massa a favore del Cav attaccando pesantemente la magistratura seppur annullando la manifestazione indetta alcuni giorni fa per protestare contro i giudici milanesi.

Berlusconi

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca