Economia

Nasce FCA, Fiat-Chrisler Automobiles

Nasce FCA, Fiat-Chrisler Automobiles
Redazione

Le indiscrezioni che erano circolate nei giorni scorsi hanno avuto conferma nel Cda del ” Lingotto “. Nasce “ Fiat Chrysler Automobiles “, la sua sede legale sarà in Olanda mentre per quella fiscale ci si deve spostare oltremanica. Le sue azioni oltre che a Piazza Affari saranno quotate anche alla Borsa di New York.

Queste le decisioni che sono emerse dopo la riunione del Cda della Fiat, e che nella giornata di ieri erano state portate a conoscenza anche del Premier Enrico Letta da parte di esponenti di primo piano della casa torinese. Le motivazioni di questa serie di decisioni sono molto chiare e facilmente spiegabili. La sede legale in Olanda consente alla famiglia Agnelli, grazie alla legislazione di quel paese, di poter avere il controllo pur avendo in mano meno del 30% delle azioni. Per quanto riguarda la fiscalità invece, è noto che a Londra si pagano meno tasse sui dividendi.

New York infine è la borsa più importante del mondo ed è li che si trova il maggior mercato dei capitali. Oltre a queste decisioni il Cda torinese ha provveduto anche all’approvazione dei ” risultati economici ” dello scorso anno, e delle previsioni per il 2014. John Elkann e Marchionne hanno presentato anche un logo con l’acronimo della nuova società Fca. La quotazione a Wall Street non sarà immediata, ma sarà approntata entro il prossimo mese di ottobre. Sergio Marchionne ha definito questo giorno, che chiude una lunga fase di lavoro come uno dei ” più importanti ” della sua carriera manageriale, ed ha voluto ringraziare tutto il gruppo che lavora con lui, affermando che quando terminerà il suo incarico, che durerà comunque almeno per altri 3 anni, il successore nella carica sarà scelto proprio all’interno di questo gruppo di persone.

Molto soddisfatto anche John Elkann che si è detto sicuro di portare il gruppo a competere alla pari con i maggiori costruttori mondiali. Per quanto riguarda le preoccupazioni per i posti di lavoro, non ci dovrebbero essere degli impatti sui livelli di occupazione, e nel mese di maggio verrà presentato un nuovo piano operativo del gruppo, attualmente in fase di completamento. Il problema dei posti di lavoro è stato sottolineato anche da Letta che si è detto fiducioso per la futura competitività del marchio torinese. Intanto la borsa non ha risposto positivamente all’annuncio e le azioni sono state prima sospese per ” eccesso di ribasso ” e poi riammesse, ma la loro perdita si è attestata sul 6%.

Fiat-FCA

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Altro in Economia