Calcio

Mondiali Brasile: bene Italia, Francia e Argentina

Mondiali Brasile: bene Italia, Francia e Argentina
Pietro Gagliardi

Si è concluso il primo weekend dei Mondiali di calcio 2014.
In Brasile sono ormai scese in campo quasi tutte le formazioni più attese, quelle favorite e le possibili sorprese.
In attesa dell’esordio di Cristiano Ronaldo, che questa sera affronterà la Germania con il suo Portogallo, e del Belgio, da molti indicata come l’outsider più temibile visto l’alto tasso di talento ed energia, si possono iniziare a tirare le somme per quanto visto sino ad ora.

Rimanendo agli ultimi giorni le impressioni migliori sono quelle che vengono dall’Olanda, capace di sotterrare la Spagna pluricampione con 5 reti, l’Italia, squadra solida e precisa nel match vinto contro l’Inghilterra, l’Argentina, vincente all’esordio contro la Bosnia grazie a un super gol di un ritrovato Lionel Messi, il Brasile grazie anche a un aiuto arbitrale e la Francia, in scioltezza contro l’Honduras.

Come detto, la debacle più pesante è stata quella delle Furie Rosse, campioni uscenti in carica e umiliati dall’Olanda in una sorta di rivincita della finale mondiale di 4 anni fa, quando furono gli spagnoli ad avere la meglio con un gol di Iniesta ai tempi supplementari. La strada per gli uomini di Del Bosque è subito in salita, ma dare per spacciati gli iberici sarebbe un grave errore.

Così, in attesa di verificare le reali potenzialità della Germania, la sensazione è che l?italia di Prandelli, uscita vincente per 2 a 1 nella sfida con l’Ighilterra di Hodgson, si può candidare di diritto a un traguardo importante, in considerazione anche del livello non certo eccelso delle formazioni partecipanti al “Mondiale dei Mondiali”.

I padroni di casa del Brasile sono infatti lontani dalla qualità di squadra degli anni 2000, stesso discorso per l’Argentina, forte in attacco ma titubante in difesa; idem per la Francia alle prese con un drastico ricambio generazionale. Gli azzurri, anch’essi più deboli rispetto alle precedenti edizioni, potrebbe approfittare della situazione.
E con loro anche la Colombia, apparsa in forma smagliante e molto pericolosa e il Belgio dei giovani terribili, grande atteso all’esordio.

mondiali-brasile

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio

Altro in Calcio