Cronaca

Marco Pantani potrebbe essere stato ucciso, riaperto il caso

Marco Pantani potrebbe essere stato ucciso, riaperto il caso
Redazione

A distanza di 10 anni dalla morte di Marco Pantani, la Procura di Rimini riapre le indagini dopo aver ricevuto un fascicolo presentato dagli avvocati della famiglia del corridore.

Per ora non ci sono indagati e, secondo la Procura si tratta di un atto dovuto, in presenza di nuove informazioni e di una perizia eseguita dal Professor Avato. Ora da parte dei magistrati ci sarà la lettura delle carte presentate dalla famiglia e solo dopo questo passaggio si saprà se saranno svolte nuove indagini.

L’ipotesi che viene richiamata dalle carte presentate dai familiari è quella di omicidio volontario, escludendo quindi la morte accidentale a causa di una overdose di cocaina. Secondo la nuova ipotesi Marco Pantani fu picchiato all’interno della sua stanza nell’albergo di Cesenatico e successivamente gli venne fatta bere la cocaina diluita in acqua, per mascherare il pestaggio.

Negli atti depositati c’è anche la nuova perizia, che contraddice quanto emerso nel corso delle indagini eseguite dopo la morte di Pantani. La mamma di Pantani ha ricordato come nella data del 2 agosto, 16 anni prima, suo figlio, vinceva il Tour de Trance, ed ora si tenta di far luce sulle cause della sua morte. La notizia è stata riportata anche in un post su Facebook, subito commentato da amici e fan dello scomparso corridore romagnolo.

Dopo aver appreso la notizia, anche l’ex collega e commentatore televisivo Davide Cassani, ora CT del ciclismo azzurro, ha commentato dicendo che è importante, soprattutto per la famiglia, ma anche per tutto il mondo del ciclismo, conoscere la verità sulla morte di Marco Pantani, che è sempre stata circondata da aspetti non molto chiari, ad iniziare dalle telefonate di Pantani alla reception dell’albergo, nelle quali diceva di essere “infastidito” da persone all’interno della sua camera, persone che conosceva ed aveva fatto entrare, e delle quali non si è poi avuto traccia, al momento della scoperta del cadavere del ciclista.

Marco-Pantani

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca