Attualità

Lapo Elkann confessa abusi sessuali subiti a 13 anni

Lapo Elkann confessa abusi sessuali subiti a 13 anni
Redazione

In pochi conoscono il passato di Lapo Elkann, e forse per le atrocità che ha dovuto subire, il manager ed imprenditore italiano ha deciso di tenere nascosti alcuni aspetti bui della sua vita: di recente però, Lapo ha deciso di raccontare un particolare episodio molto negativo della sua vita che gli hanno creato diversi problemi. 

In un’intervista rilasciata per il Fatto Quotidiano, Lapo ha raccontato di aver subito degli abusi sessuali all’età di tredici anni: questo particolare quanto traumatico episodio della sua vita è accaduto quanto lo stesso Elkann si trovava in un collegio di gesuiti.
Per Lapo quest’episodio ha avuto delle conseguenze devastanti nella sua vita: per troppi anni infatti, dopo aver subito la violenza sessuale, il manager si è chiuso in sé stesso, aggiungendo che la vita in quel collegio diventò un inferno in terra, in quanto il terrore che un altro episodio simile potesse ripetersi era tantissima.

Lapo aggiunge però che lui non fu l’unico ad esser molestato: anche il suo migliore amico del collegio subì gli stessi abusi, e che entrambi vissero uno dei periodi più brutti della loro vita, in quanto anche per il suo amico il collegio divenne una sorta di incubo dal quale non ci si poteva risvegliare.

A differenza sua però, l’amico non ebbe la sua forza d’animo e la voglia di reagire: Lapo racconta infatti che, malgrado passò un anno e mezzo, il suo migliore amico del collegio non riuscii a superare il trauma, e che quindi decise di farla finita, suicidandosi.
Proprio questo gesto estremo diede una motivazione in più a Lapo per sopravvivere in quell’inferno: ora, divenuto imprenditore, Elkann ha deciso di raccontare la sua tragica e triste esperienza, sostenendo che parlare di questi fatti è un bene, e che intende aprire un’associazione per aiutare i ragazzi che hanno subito la sua stessa sorte, in quanto aiutarli rappresenta un qualcosa di migliore del soltanto parlare.

Lapo ha anche aggiunto che ogni tanto gli vengono dei sensi di colpa: il suo più grande rammarico è stato il non poter fare nulla all’epoca ed evitare che il suo amico si togliesse la vita, e proprio per questo la sua idea è quella di fondare un’associazione per poter aiutare i giovani che hanno subito abusi sessuali.
Tra gli altri argomenti, Lapo ha spiegato che era molto affezionato a suo zio Edoardo, che col nonno non andava molto d’accordo poiché troppo invadente e che apprezza molto Matteo Renzi per il suo modo di fare, in quanto si comporta allo stesso modo con tutti, ovvero in maniera cordiale, educata e gentile.

lapo-elkann

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità