Libri

“La giostra degli scambi” di Camilleri, torna il commissario Montalbano

“La giostra degli scambi” di Camilleri, torna il commissario Montalbano
Redazione

Non è certo un poliziotto in stile americano il commissario Salvo Montalbano. Non è uno abituato all’azione. O meglio, non è uno che agisce in maniera istintiva. No, lui è un commissario intelligente, un ragionatore, uno che passa all’azione solo dopo aver valutato e ponderato bene ogni aspetto della questione.

Nel nuovo libro di Andrea Camilleri, dal titolo “La giostra degli scambi“, il commissario Montalbano si trova di fronte a una serie di strani accadimenti che a Vigata, la sua cittadina, coinvolgono le donne. Il titolo è già un indizio di quello che accade nel libro. Sono gli scambi, nel senso di errori, che hanno la parte principale nella trama di questo romanzo.

La giornata del commissario inizia in maniera alquanto strana. Si ritrova ad essere arrestato dai carabinieri per un equivoco. Lui ha semplicemente sedato una rissa in spiaggia, loro lo hanno preso per il colpevole. Chiarito l’errore, Montalbano arriva in commissariato dove lo aspetta il fidato Fazio con la notizia di una ragazza narcotizzata, rapita e poi lasciata andare.

Apparentemente senza un motivo chiaro, almeno fino a qualche giorno dopo quando accade la stessa cosa ad un’altra ragazza del paese, tra l’altro la nipote del proprietario della trattoria dove il commissario ama andare a ristorarsi. Non resteranno dei casi isolati. Tra equivoci e strane scomparse, come sempre, il commissario Montalbano si impegnerà assiduamente per scoprire la verità. Coadiuvato dai suoi fidati colleghi, Fazio e Augello, e, a modo suo, dal simpatico Catarella che, ancora una volta, contribuisce all’ironia di un romanzo che vuole trasmettere emozioni in maniera semplice e diretta.

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Libri