Attualità

La Cappella Sistina chiude per il 25esimo Conclave

La Cappella Sistina chiude per il 25esimo Conclave
Fulvio Guerci

La Cappella Sistina chiude ai turisti per i preparativi del 25esimo Conclave, ma non vi sono ancora indicazioni sulla data del suo inizio. Vi sono pressioni, soprattutto da parte dei cardinali “a stelle e strisce”, per un periodo più ampio di riflessioni e consultazioni. Questo è comprensibile, data l’importanza dell’evento e i suoi riflessi non solo nella Chiesa e sullo stato della città del Vaticano, ma nel mondo intero. Non si tratta di scegliere un governo… tecnico, politico, a tempo…, ma di eleggere il capo supremo della Chiesa, che resterà in carica, nelle intenzioni, sino alla sua morte, con poteri statutari superiori a quelli della maggior parte dei capi stato.

In questo consiste la particolarità e l’unicità del conclave e dello Stato Vaticano, che comprende aspetti concreti di governabilità e di gestione e misteri di fede. E’ una vicenda che si ripete, in forme diverse, da duemila anni (anche con aree grige e, volte, decisamente oscure) e che per molti appare come il vero miracolo della religione cattolica.
Commovente e doveroso il ringraziamento dei cardinali al dimissionario Papa Benedetto XVI Joseph Ratzinger, che ha già raggiunto il monastero Mater Ecclesiae da cui seguirà sino al giorno della sua morte le vicende del Conclave prima e del Vaticano poi senza più avere i poteri che il ruolo di Pontefice gli aveva consegnato. Le dimissioni del già rinominato Papa Emerito hanno un senso moderno, diremmo manageriale e molto umano.
La Chiesa di Roma è un complesso che richiede impegni e responsabilità inimmaginabili. Avere preso atto dei propri limiti è stato un atto di grande integrità morale e Ratzinger ha rinunciato al suo mandato per il bene della Chiesa stessa.
Di questo dovrà tenersi conto anche nelle consultazioni del Conclave per la nomina del suo successore, non certo inteso come “un Papa a tempo”, ma sensibile ad elementi di modernità e di apertura alle esigenze dei tempi.
nuovo-papa
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità