App

Instagram vieta le foto di nudo

Instagram vieta le foto di nudo
Gianluca Simeone

Instagram diventerà una community più severa, attenta a tutelare tutte le sensibilità, meno propensa a tollerare quegli eccessi che ormai la fanno da padrone su molti siti web. Il social, entrato a far parte della “galassia” Facebook nel 2012, ha infatti deciso di adottare regole più stringenti per contrastare la pornografia, la violenza e la discriminazione di ogni genere.

Il nuovo regolamento di Instagram prevede infatti il divieto di pubblicazione di foto di nudo, a meno che non si tratti di “foto di cicatrici causate da una mastectomia”, o di donne ritratte nel gesto materno di allattare al seno. Da oggi in poi dunque, nel social non saranno più ammesse foto di cattivo gusto raffiguranti genitali, rapporti di natura sessuale, o altre parti intime come seni e natiche. La svolta del social testimonia la scelta di tutelare con ogni mezzo la serenità degli utenti più sensibili, spesso sommersi da spam e foto di nudo.

La volontà del social è anche quella di proteggere i più piccoli, ed è per questo che anche una foto innocente di un bambino nudo, o parzialmente nudo, non sarà pubblicata, così da evitare che pedofili in agguato possano approfittare delle immagini per scopi poco puliti. Le nuove linee guida di Instagram prevedono che le foto con oggetto principale atti di violenza, incitazione all’odio, o discriminazione di tipo razziale, religioso o sessuale vengano immediatamente rimossi dal sito.

I provvedimenti della community potrebbero poi allargarsi ai video, nel caso questi risultino infrangere le regole di rispetto reciproco previste da Instagram: il social si riserva infatti il diritto di eliminare qualsiasi tipo di contenuto violento, per garantire a tutti “un ambiente adeguato”.

instagram

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

App

Altro in App