Attualità

In metro senza pantaloni, l’iniziativa diventa virale

In metro senza pantaloni, l’iniziativa diventa virale
Redazione

Domenica 12 gennaio è stata vissuta in maniera alternativa da migliaia di utenti delle metropolitane di una sessantina di città disseminate in tutto il globo, che sono saliti sul mezzo pubblico senza pantaloni. La ragione del gesto è da ricercarsi nella celebrazione della tredicesima edizione di una singolare manifestazione, la ‘No-Pants Subway Ride’ (letteralmente la ‘giornata del viaggio in metro senza pantaloni’, nata a New York nell’ormai lontano 2002 e rapidamente diffusasi in decine di altre metropoli del pianeta.

Così, migliaia di utenti delle metropolitane di un gran numero di città – da New York a Parigi, da Sidney a New Delhi, passando per Londra, Parigi, Pechino e Hong Kong – hanno scelto di portare un pizzico di follia alla normale routine quotidiana nei convogli della metro, salendo a bordo rigorosamente in mutande.

Gli organizzatori dell’evento, tramite una pagina appositamente dedicata creata sul social network Facebook, hanno specificato in anticipo che l’unico requisito per partecipare all’evento era un po’ di faccia tosta per poter salire a bordo dei vagoni della metropolitana senza indossare i pantaloni ma sforzandosi al tempo stesso di mantenere una certa naturalezza, svolgendo le proprie attività come se non ci fosse nessuna anomalia.

Come si può evincere dai numerosissimi video amatoriali postati su Youtube dai partecipanti o da semplici spettatori che hanno viaggiato in metro nelle città coinvolte nella giornata di domenica, moltissimi utenti si sono prestati a partecipare alla singolare manifestazione. Il gruppo di partecipanti è estremamente variegato: adolescenti si sono mescolati con viaggiatori maturi; distinti signori in giacca e cravatta con ragazze con carrettino della spesa al seguito, tutti accomunati dall’essere in mutande.

Nonostante alcuni casi limite in cui qualche viaggiatore ha preferito cambiare di vagone dopo aver protestato, la maggior parte degli utenti della metropolitana ha accolto con un sorriso l’iniziativa, dimostrando che la follia portata ha avuto un effetto tutto sommato benefico.

No Pants Day 2013

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità