Attualità

Il Papa pubblica il primo tweet

Il Papa pubblica il primo tweet
Fulvio Guerci

A più di una settimana dall’apertura del proprio account su Twitter, raccogliendo già quasi un milione di followers in tutto il mondo, Papa Benedetto XVI ha postato per la prima volta un tweet, un cinguettio, in cui annuncia di unirsi con gioia agli utenti del social network, che ringrazia per la loro calorosa accoglienza impartendo loro una benedizione via internet.

Il messaggio è apparso sul profilo @Pontifex stamattina verso le 11.30 (con mezz’ora di anticipo rispetto al previsto), in 8 lingue diverse ed è stato subito ritwittato (cioè condiviso) da migliaia di persone; nelle ore successive altri tweet sono comparsi sulla pagina di Benedetto XVI, in risposta ad alcune domande fatte dai fedeli su tematiche di fede e religione.
Anche nei prossimi giorni è previsto che il Pontefice faccia altri interventi su Twitter, chiaramente non sarà Ratzinger in persona a inviare i tweet, ma i suoi più stretti collaboratori dopo aver ricevuto il via libera da lui; il contenuto dei messaggi riguarderà soprattutto passi delle Sacre Scritture compressi nei 140 caratteri richiesti dal social network come lunghezza massima di ciascun cinguettio.
Il momento del primo tweet è stato quasi solenne: al termine dell’udienza che si è tenuta nell’aula Paolo VI, il papa ha preso il tablet e ha inviato il suo saluto di benvenuto, assistito da Thaddeus Jones, responsabile delle comunicazioni sociali per il Vaticano, e da Claire Diaz-Ortiz, uno dei capi di Twitter, che ha raccontato emozionatissima ogni retroscena in diretta sul suo profilo.
Al momento della pubblicazione del messaggio, tutte le persone presenti in sala hanno applaudito e i frati del Convento di Assisi si sono subito affrettati a ricambiare on-line il saluto del Pontefice.
Joseph Ratzinger diventa così il primo papa nella storia della Chiesa a comunicare ufficialmente con i fedeli attraverso i social network, dopo che nel 2011 aveva lasciato un messaggio su internet in occasione dell’apertura del sito Vatican News.
Nei giorni scorsi, l’account di papa Ratzinger è stato oggetto dell’ironia degli utenti di Twitter, che tramite l’hashtag #faiunadomandaalpapa gli hanno sottoposto i quesiti più inverosimili e assurdi, sconfinando talvolta anche nel blasfemo.
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità