Eventi

Il Carnevale di Putignano, origini e programma del 2013

Il Carnevale di Putignano, origini e programma del 2013
Cristina Garbero

ORIGINI. Il Carnevale di Putignano, comune del barese, è uno dei più antichi spettacoli carnescialeschi d’Italia. Secondo la leggenda, che fa risalire le origini della festa alla fine del Trecento, quando i Cavalieri di Malta portarono a Putignano le spoglie di Santo Stefano per sottrarle ai Saraceni, i contadini locali accolsero l’evento con canti, scherzi e satire, recitate con i visi imbrattati di farina. Da allora presero vita le Propaggini il 26 dicembre, in cui accendendo un cero uomini vestiti da contadini con gli arnesi da lavoro in mano, chiedono perdono alla Chiesa, per i peccati che si commetteranno durante il Carnevale.

PROGRAMMA. L’evento avrà il via quest’anno con la 619° edizione ufficialmente il 17 gennaio, in concomitanza con la ricorrenza di Sant’Antonio, con il Giovedì delle Vedove. Ogni giovedì infatti, da oltre un secolo, la giornata è dedicata a diversi soggetti che vengono canzonati, tra cui vedove, ma anche pazzi, mogli, cornuti, preti e monache. La conclusione avviene il Martedì Grasso, con una sfilata di carri allegorici e il funerale del Carnevale-maiale in cartapesta, che verrà bruciato per far andar in fumo gli eccessi e i bagordi appena vissuti.

Come da tradizione, la maschera ufficiale di Putignano è stata eletta Farinella, giullare di corte con il cappello a tre punte, uno per ogni colle della città e che approfitta per festeggiare oltre che per le strade, anche nelle cantine, “jos’r”, tipici locali del centro in cui si fa baldoria fra banchetti, feste in maschera e danze popolari. Gli appuntamenti sono tanti e non solo il giovedì comunque. Il 2 febbraio per esempio si terrà la Festa dell’Orso, una piece teatrale in cui l’animale principe della serata, predirrà il clima dell’anno a venire.

L’11 febbraio ci sarà l’Estrema Unzione, un corteo mascherato da religiosi, che benedirà i presenti per le strade del paese. Il 27 gennaio, 3, 10 e 12 febbraio si terranno le sfilate ufficiali di carri e gruppi mascherati, che animeranno la cittadina pugliese.
Infine, il 12 febbraio durante la notte, la Campana dei Maccheroni sancirà il termine vero della festa, scandendo con i suoi tristi rintocchi gli ultimi istanti del magico evento.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eventi

Altro in Eventi