Attualità

Il cardinale Keith O’Brien ammette le molestie

Il cardinale Keith O’Brien ammette le molestie
Fulvio Guerci

La verità sembra essere finalmente venuta a galla e il cardinale scozzese Keith O’Brien, già arcivescovo dell’arcidiocesi di Saint Andrews, ad Edimburgo, ha ammesso apertamente le proprie colpe, confermando le numerose accuse di molestie sessuali che, nelle ultime settimane, gli erano state rivolte da tre sacerdoti e da un ex religioso di origine britannica.

Il tutto ebbe inizio poche settimane fa, poco prima della clamorosa abdicazione di Papa Benedetto XVI, quando quattro sacerdoti britannici, inviando le loro lamentele all’arcivescovo Antonio Mennini, nunzio apostolico in Gran Bretagna, avevano ferocemente attaccato il cardinale Keith O’Brien, reo, a loro avviso, di aver tenuto “comportamenti inappropriati” nei loro confronti, molestandoli o infastidendoli con una condotta immorale, non esattamente ortodossa.

Le vicende in questione si sarebbero verificate alcuni anni fa, in concomitanza con la nomina di Keith O’Brien ad arcivescovo – avvenuta nel 1985 -, e avrebbero per oggetto le presunte molestie sessuali perpetrate dallo stesso Keith O’Brien ai danni di alcuni sacerdoti, a quei tempi semplici seminaristi.

Il cardinale  Keith O’Brien li avrebbe infastiditi ripetutamente, in maniera sistematica, interrompendo le loro abituali preghiere serali con inequivocabili avances sessuali, talvolta sfociate in vere e proprie molestie. Uno dei quattro sacerdoti, dopo aver subito le molestie di Keith O’Brien, ha abbandonato definitivamente i voti, rivolgendosi successivamente ad uno psichiatra nella speranza di poter superare il profondo trauma causato dall’abuso. Alla notizia delle accuse pervenutogli, O’Brien, in un primo momento, aveva reagito con stizza, respingendole nella loro totalità e minacciando il ricorso ad un’azione legale.

Poche ore dopo, tuttavia, il cardinale rende nota l’intenzione di abbandonare il governo pastorale dell’arcidiocesi di Saint Andrews, suscitando aspri dibattiti e accese discussioni in ogni parte del mondo. A distanza di pochi giorni, lo scorso 18 Febbraio, Benedetto XVI ha formalmente accettato le dimissioni di Keith O’Brien , prendendo atto della sua rinuncia. (Il prossimo 17 Marzo, al compimento del settantacinquesimo anno d’età, il cardinale scozzese si sarebbe dovuto dimettere in ogni caso, per ragioni anagrafiche).

Keith O’Brien, che non prenderà parte al prossimo Conclave, ha voluto scusarsi pubblicamente, definendo la propria passata condotta “al di sotto della dignità di un prete, di un arcivescovo o di un cardinale”, e invocando il perdono della Chiesa cattolica e dell’intero popolo scozzese. Rivolgendosi direttamente ai suoi accusatori – i quattro sacerdoti molestati -, il cardinale dimissionario Keith O’Brien  dichiara solennemente: “Porgo le mie scuse e chiedo il perdono a coloro che ho offeso”.

Keith-O'Brien

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Attualità