Attualità

Il 1 novembre è la Giornata mondiale dei Vegani

Il 1 novembre è la Giornata mondiale dei Vegani
Redazione

Come ogni anno, il prossimo 1° novembre verrà celebrata in tutto il mondo il World Vegan Day, una giornata dedicata al veganismo, alla sua promozione e alla sensibilizzazione verso un consumo etico.

Ma quanti sanno esattamente cosa significa veganismo? Ancora oggi, sebbene questo stile di vita sia molto più diffuso rispetto a qualche decennio fa, esiste ancora molta confusione in materia. Molti continuano a confondere i vegani con i vegetariani e a ricondurre questa filosofia di vita ad una mera questione alimentare.

Il termine veganismo è la trasposizione, in italiano, del termine inglese “vegan“, coniato nel 1944 da Donald Watson. Il neologismo, nasce dalla contrazione del termine vegetarian, per la precisione dalla parte iniziale e finale del termine, per indicare che esso trova le sue origini nella filosofia vegetariana, ma ne rappresenta anche la fine e l’evoluzione. Donald Watson, infatti, era membro della Vegetarian Society e diede origine a questo nuovo orientamento, caratterizzato da una posizione ancora più radicale in materia di consumi alimentari e scelte riguardanti la vita di tutti i giorni (nella dieta, ad esempio, i vegani rifiutano anche il latte e i suoi derivati e le uova).

E’ importante soffermarsi su quest’ultimo punto perché il veganismo non è semplicemente un tipo di dieta. Riprendendo la definizione che ne dà Wikipedia, esso è “una filosofia di vita basata sul rifiuto di ogni forma di sfruttamento degli animali (per alimentazione, abbigliamento, spettacolo e ogni altro scopo)”. Si parla, a tal proposito, di “veganismo etico”, distinguendolo dal “veganismo dietetico”, che è riferito solo all’alimentazione. Essere vegani, quindi, è soprattutto una scelta etica. Significa scegliere alimenti, capi d’abbigliamento, oggetti, cosmetici e prodotti per la cura della propria persona, che non implichino lo sfruttamento sistematico degli animali.

Seguire una filosofia vegana “pura” non è sempre possibile, in quanto non sempre è nota ogni fase del processo che sta alla base della produzione di oggetti e alimenti. Pertanto, è importante trovare il giusto equilibrio tra etica e flessibilità, praticando il veganismo etico compatibilmente con le informazioni a disposizione.
Adottare uno stile di vita vegano, è una scelta che impatta non solo sulla tutela degli animali, ma anche sull’ambiente e, in via definitiva, sul proprio stato di salute. Seguire il veganismo dietetico, ad esempio, aiuta a prevenire l’insorgere di patologie fisiche potenzialmente anche gravi.

vegan

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità