Fiction

Grandissima attesa per Braccialetti Rossi una Raifiction 2013

Grandissima attesa per Braccialetti Rossi una Raifiction 2013
Redazione

”Braccialetti Rossi” è una fiction che arriverà in Italia nel 2013, infatti, è stata prevista all’interno del piano di produzione da rai fiction dal nuovo direttore Eleonora Andreatta per il prossimo anno.

Infatti, c’è una grandissima attesa per questa serie, che rompe gli schemi delle serie televisive italiane, niente più personaggi d’epoca e attori da copertina, ma popolata d’interpreti sempre più reali. La fiction annunciata già lo scorso agosto, è in pratica la trasposizione e la rivisitazione di una serie catalana di grandissimo successo, il cui nome è ”Pulseras Rojas”.

In origine la serie è nasce da un romanzo di Albert Espinosa, in cui nome è ‘‘Il mondo Giallo”, anno di uscita del libro 2008. La fiction è stata da principio progettata per quattro stagioni, la quale, è stata record di ascolti lo scorso luglio, raccogliendo circa 2.507.000 contro l’apertura dei giochi olimpici, quindi in Spagna sono stati previsti altri quindici episodi e alcuni paesi ne hanno richiesto di acquisire i diritti d’autore.

E’ stato il caso dell’Italia e degli Usa. In Italia a richiedere di comprare i diritti è stata la Palomar di Carlo Degli Esposti, in altre parole, Montalbano, pe runa versione nostrana. Mentre per gli Stati Uniti questa richiesta è stata avanzata da Steven Spielberg, che ne farà, a sua volta, una versione americana.

La fiction ”Braccialetti rossi” per il momento, sarà divisa solo in sei puntate e la trama è sviluppata sulle vicende di alcuni bambini e ragazzi, tra gli 8 e i 17 anni, degenti in un ospedale pediatrico, i quali creeranno un gruppo chiamato per l’appunto con il nome della serie tv, in quale deriva dai braccialetti consegnati all’ingresso in ospedale, cioè in accettazione. Attraverso i loro occhi, sarà possibile vivere la vita in ospedale, e la routine quotidiana tra nuove amicizie, primi amori e soprattutto tra le angosce legate alle diverse malattie dei protagonisti e la paura del futuro.

Infatti, la serie da cui trae ispirazione, è stata suddivisa per la prima stagione all’interno dell’ospedale per la seconda invece narra il futuro e le vicende dei ragazzi fuori dalla struttura. Ricordiamo che per l’Italia la regia sarà di Giacomo Campiotti, la sceneggiatura di Sandro Petraglia, mentre a produrre il tutto, ci penserà la Palomar di Carlo Degli Esposti.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fiction

Altro in Fiction