Economia

Gli 80 euro in busta paga entro la fine di maggio

Gli 80 euro in busta paga entro la fine di maggio
Redazione

Si avvicina sempre di più il giorno in cui circa 10 milioni di lavoratori italiani dipendenti (e alcuni redditi assimilati) con reddito su base annua fino a 26 mila euro al netto del reddito da abitazione principale, potranno godere degli ormai celeberrimi 80 euro di bonus in busta paga, cavallo di battaglia del neo primo ministro Matteo Renzi.

Dopo una serie infinita di dibattimenti e l’approvazione definitiva del governo, gli 80 euro saranno accreditati prima della fine di maggio, guarda caso in concomitanza delle elezioni europee, come sostenuto dalle opposizioni, molto critiche per un provvedimento a loro detta ingannevole.
I partiti di opposizione hanno infatti più volte criticato l’operato dell’esecutivo accusandolo di sfilare i soldi dalle tasche degli italiani attraverso l’abbassamento prossimo delle detrazioni fiscali e di ripresentarli sotto forma di bonus nelle buste paga di quest’anno.

Nonostante ciò una circolare dell’Agenzia delle Entrate ha spiegato come il bonus sarà erogato direttamente ai lavoratori senza che essi debbano fare alcuna richiesta mentre in assenza di datore di lavoro che funga da sostituto d’imposta potranno ottenere il credito richiedendolo nella dichiarazione dei redditi per il 2014. Da sottolineare come gli 80 euro spettino ai lavoratori dipendenti se l’imposta lorda è azzerata da altre categorie di detrazioni, ad esempio quelle per carichi di famiglia.

renzi-80-euro

80 euro

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Altro in Economia