Cronaca

Gabriele Paolini arrestato con l’accusa di prostituzione minorile

Gabriele Paolini arrestato con l’accusa di prostituzione minorile
Redazione
Il noto disturbatore televisivo Gabriele Paolini, celebre per le sue comparsate alle spalle degli inviati televisivi di tutta Italia, è stato arrestato nella giornata di ieri a causa della pesante accusa di induzione  e sfruttamento della prostituzione minorile.

Secondo i carabinieri capitolini, Paolini avrebbe pagato due minorenni, pare di 14 e di 16 anni, in cambio di prestazioni sessuali. Per cercare di fare luce sulla vicenda, le forze dell’ordine stanno procedendo con l’analisi del computer dell’indagato alla ricerca di nuovi indizi che dovrebbero far emergere la verità. Da quanto appreso il nucleo investigativo sarebbe però già in possesso di alcune foto compromettenti in cui il “disturbatore” ritrarrebbe le sue giovani vittime durante prestazioni sessuali.

In attesa di novità al momento Paolini dovrà rispondere anche dell’accusa di produzione illecita di materiale pedo-pornografico e, sempre in queste ore, gli inquirenti dovranno ascoltarlo per cercare di fare luce in una vicenda davvero sconcertante. A rispondere alle domande saranno chiamati anche i due giovani coinvolti nel caso, i quali potranno testimoniare direttamente e far comprendere alle forze dell’ordine se dietro a questo episodio si nasconda un giro di prostituzione minorile più ampio.

Certo è che oggi, dopo le sconcertanti rivelazioni sulle baby squillo dei Parioli e questo ennesimo episodio, Roma si interroga.
Che Gabriele Paolini sia un personaggio anomalo e che abbia fatto discutere negli anni a causa dei suoi poco eleganti appostamenti televisivi, o per la caparbietà con cui difendeva il suo diritto di libero cittadino, è un fatto noto a tutti.

Ma pochi sanno del suo passato come attore porno (l’abbiamo visto di recente protagonista nel film hard “Un italiano vero” al fianco di Luca Tassinari) e dei suoi precedenti problemi con la legge. Inoltre, a mettere il tutto sotto una luce ancora più cupa è il periodo nero per la città di Roma, che di colpo si trova a fronteggiare episodi di prostituzione che vedono coinvolti giovanissimi cittadini della capitale.

gabriele-paolini

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca