App

Flappy Bird: dal successo al ritiro dagli Store

Flappy Bird: dal successo al ritiro dagli Store
Gianluca Simeone
In un mondo sempre più tecnologico e a iper concorrenziale c’è una carriera difficilissima da intraprendere, quella del programmatore. Quello della programmazione informatica è un mondo un po’ oscuro, poco conosciuto e diventare famosi come Dong Nguyen, il creatore di Flappy Bird, è difficilissimo, oltre che potenzialmente pericoloso.

E quanto capitato a Nguyen lo conferma. Il giovane programmatore, ideatore dell’app per dispositivi mobili, ha deciso di far ritirare dagli Store il giochino nato per semplici scopi ludici, ma diventato presto una droga per migliaia di persone.
Tutto ciò nonostante un trend di introiti incredibile e stimato intorno ai 50 mila dollari giornalieri.

Si pensa che alla base non vi sia solamente una questione morale, ma anche legale legata alla somiglianza eccessiva a Super Mario.

Dunque, sembrerebbe che il colosso giapponese Nintendo, detentore dei diritti del famoso idraulico, abbia dichiarato guerra al giochino uscito su IOS e Android. 
Questa però è una delle supposizioni fatte dai media. Il programmatore del fortunatissimo videogioco ha infatti ribadito più volte di essere sconvolto dall’eccessiva popolarità, dalla gente che lo fermava per strada per un autografo e dunque si è spinto a rinunciare al successo per una vita tranquilla.

Purtroppo le spiegazioni non hanno convinto molto il pubblico ma ciò non è servito a molto; tra qualche ora il giochino che ha divertito i casual gamer di tutto il mondo sarà down senza possibilità di recupero. Dunque, che siate contenti o meno, dovrete staccarvi da Flappy Bird.

Flappy-Bird

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

App

Altro in App