Attualità

Bruno Arena dei Fichi d’India di nuovo in pubblico

Bruno Arena dei Fichi d’India di nuovo in pubblico
Redazione
Una buona notizia in arrivo per i tanti fan del comico Bruno Arena, componente del duo Fichi d’India, che è stato finalmente dimesso dall’ospedale nel quale era ricoverato da più di un anno a seguito di un aneurisma celebrale.
Le sue condizioni di salute non sono ancora al top, ma sono buone quanto basta per permettergli di recarsi allo stadio a vedere la sua squadra del cuore, la sua amatissima Inter con tanto di sciarpa neroazzurra al collo. Una passione molto forte la sua che segna il ritorno alla vita di Bruno Arena, uno dei volti più amati della tv italiana.

Ad annunciare la dimissione dall’ospedale il suo collega ed amico di una vita, Max Cavallari, che tramite il suo profilo Facebook in tutti questi mesi ha sempre dato informazioni ai fan circa le condizioni di salute del collega. Ieri uno degli annunci più belli “il mio eroe sta per tornare” accompagnata da una foto sorridente della spalla dei Fichi d’India.

Un ritorno alla vita, quindi, per Bruno Arena, che ha vissuto un anno molto difficile dopo il malore del 17 gennaio del 2013 quando, durante una pausa dalla registrazione di una puntata di Zelig, si è sentito male ed è stato trasportato al San Raffaele di Milano in condizioni gravissime. Dopo più di un mese di come, Bruno ha cominciato il suo lento e graduale ritorno alla vita con un processo di riabilitazione molto impegnativo e serrato. Non ultimo anche un intervento alla gamba che gli ha permesso di poter tornare a camminare e di lasciare, quindi, il centro riabilitativo nel quale si trovava.

Tanti i personaggi dello spettacolo che in questi mesi gli sono rimasti accanto ed hanno dato aggiornamenti sulle sue condizioni e persino delle foto che ritraevano Bruno Arena in piena ripresa, uno fra tutti Max Cavallari, che non lo ha mai abbandonato, così come la sua famiglia.

bruno-arena

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Attualità