Web

Facebook: i messaggi privati diventano pubblici

Facebook: i messaggi privati diventano pubblici
Gianluca Simeone

Dovrà mettesi il cuore in pace Mark Zuckerberg perchè nonostante le smentite dei vertici della società, il bug che rende alcuni messaggi di chat da privati a pubblici ha fatto breccia nel social network Facebook.

L’allarme, lanciato un paio di giorni fa dal sito francese di Le Monde, sta trovando sempre più ampia conferma e verificare è semplicissimo.

Nel profilo di ogni utente iscritto è facile notare come nella Timeline sulla destra, all’interno dell’elenco dei messaggi relativi agli anni 2007-2009 (ma sono giunte segnalazioni anche per gli anni successivi) siano mischiati alcuni testi pubblici, visibili cioè da tutti sulla bacheca, ma anche testi privati, estrapolati da conversazioni in chat o in posta.

A nulla valgono quindi le rassicurazioni di Zuckerberg e soci, che ieri hanno parlato di una bufala: il problema c’è ed è serio, perchè oltre a creare imbarazzo in centinaia di milioni di persone, causerà inevitabilmente dei seri danni economici ad una azienda che versa in acque tutt’altro che calme già da un po’ di tempo.

In ogni caso sono fondamentalmente due le contromisure che un utente iscritto può intraprendere in attesa di un intervento risolutivo dello staff di Facebook:

– entrare nel proprio profilo e cliccare sugli anni interessati nella linea cronologica sulla destra. Portare il cursore sulla matita nera e cliccare “nascondi dal diario”
– Cliccare in alto a destra su “impostazioni di privacy” poi su “Diario e aggiunta di tag”.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Web

Altro in Web