Estero

Erasmus universitario all’estero: dove andare?

Erasmus universitario all’estero: dove andare?
Cristina Garbero
L’erasmus è un programma universitario (la sigla vuol dire proprio azioni per la mobilità universitaria) che permette a studenti iscritti almeno al secondo anno di corso di una nazione europea di seguire lezioni e dare parte degli di esami del proprio corso di studi in altre università dell’unione europea che saranno poi riconosciuti e accreditati nell’università originaria dello studente.

L’erasmus quest’anno compie venticinque anni, seppur tra crisi e mancanza di fondi, compie ancora la sua funzione fondamentale di formazione europea, senza dimenticare il lato più prettamente sociale, di integrazione tra studenti di varie nazioni. Il periodo previsto va da un minimo di 3 mesi a un massimo di 9, e allo studente è riconosciuta una borsa di studio mensile, ma solo a fronte dell’effettiva dimostrazione di partecipazione agli esami all’estero: varia a seconda della destinazione erasmus prevista, ma in genere non serve a molto, in quanto gli importi sono molto bassi (circa trecento euro al mese), quindi la prima cosa da prendere in considerazione è verificare la propria disponibilità economica, o, in alternativa, pensare di integrare la borsa di studio con dei lavoretti in loco, quindi per prima cosa è importante valutare il costo della vita del Paese in cui si andrà in erasmus (un conto è vivere in Romania, un conto in Inghilterra).

E’ poi importante considerare la facoltà specifica cui lo studente andrà e valutarne anche il peso a livello internazionale; ultimo, ma non ultimo, considerare quale lingua si preferisce imparare, basandosi non tanto sulla sua facilità di apprendimento, quanto sulla sua utilità futura e spendibilità a livello lavorativo, come ad esempio il tedesco piuttosto che lo spagnolo.

Passando al discorso della destinazione le scelte non mancano di certo e la possibilità di coniugare la vita dello studente a quella del “turista” durante l’Erasmus è cosa possibile. Londra, Barcellona e Berlino rimangono le città preferite dagli studenti italiani che decidono di affrontare un periodo universitario lontano dal paese, ma i dati relativi agli ultimissimi anni vedono in netta ascesa anche la capitale del Portogallo Lisbona e le località belghe ed olandesi.
erasmus
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Estero

Altro in Estero