Politica

Elezioni: liste in via di definizione, Monti candida la Vezzali

Elezioni: liste in via di definizione, Monti candida la Vezzali
Fulvio Guerci

La data delle elezioni politiche si avvicina inesorabilmente e con essa si avvicina il momento in cui tutte le liste con i rispettivi candidati al governo saranno definitivamente complete. Con Bersani leader del Partito Democratico affiancato dalla new entry più estrema rappresentata dalla lista “Rivoluzione Civile” dell’ex magistrato Antonio Ingroia, con lo schieramento di centrodestra di Berlusconi e Maroni forte dell’ennesimo accordo elettorale tra Pdl e Lega Nord e con i “grillini” del Movimento5Stelle in fermento per varie vicende interne ma sempre pronti a dare aspra battaglia alla politica vecchio stampo, si va riempiendosi anche la casella del Centro.

A colmare il vuoto centrista sarà l’ex premier Mario Monti. Smentendo sè stesso, il Professore che gli italiani hanno imparato a conoscere nell’ultimo anno come leader del governo dei “tecnici”, ha deciso di presentarsi alle prossime elezioni di marzo, pur ribadendo di voler scendere in campo non come candidato Primo Ministro.

A pochi giorni dalla sua dichiarazione d’intenti, la notizia delle ultime ore riguarda lo schieramento di nuovi adepti che correranno con lui verso le presidenziali. Dopo aver incassato il “no” dell’ex mal digerito ministro del lavoro Elsa Fornero e di Corrado Passera, il Professore bocconiano ha raggiunto un accordo di collaborazione con l’ex vicepresidente di Confindustria Alberto Bombassei, con il direttore del Tempo Mario Sechi, con Luigi Marino, presidente della Confcooperative e con il presidente del Fai- Fondo Ambiente Italiano, Ilaria Borletti Buitoni, ma soprattutto (il “soprattutto” è ovviamente riferito alla popolarità del personaggio) con la pluricampionessa mondiale di scherma Valentina Vezzali.

La Vezzali, la stessa che pochi anni anni fa a Porta a Porta da Vespa si rivolse all’allora Premier Berlusconi lasciandosi andare a un “Da lei mi farei veramente toccare”, ha cinguettato sul suo profilo Twitter: “Ho deciso di raccogliere l’invito di SenatoreMonti e salire in politica con scelta_civica” per poi aggiungere “….quando c’è la possibilità di veder sventolare il tricolore con orgoglio nel mondo!”.

L’atleta, che peraltro ha dichiarato di non volere abbandonare lo sport, tradisce quello che si riteneva essere il suo grande guru per passare, di fatto, dalla parte del più grande nemico del Cavaliere negli ultimi anni. Ma Monti, che nei prossimi giorni definirà con certezza tutti gli aspetti della sua lista, deve anche fronteggiare le accuse dell’Unione Europea in merito alla tanto odiata Imu, la tassa sugli immobili, considerata “non equa” dai vertici europei. Il Professore si è giustificato sostenendo di essere stato “costretto” a istituire l’imposta a causa della situazione economico-finanziaria disastrosa, ribadendo però che ora il Paese è pronto per una graduale riduzione della pressione fiscale.

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Politica