Attualità

Domenica senza Angelus in attesa del nuovo Papa

Domenica senza Angelus in attesa del nuovo Papa
Fulvio Guerci

Senza ancora un nuovo Papa, domenica 3 marzo passerà agli annali della storia come la prima domenica senza Angelus dopo quasi 8 anni di pontificato di Benedetto XVI, le cui dimissioni sono diventate effettive a partire dallo scorso 28 febbraio. Nonostante l’assenza del Papa, piazza San Pietro era comunque gremita di turisti e pellegrini e sin dal mattino si è formata una lunga fila per entrare all’interno della basilica. A differenza delle altre domeniche, quando gli obiettivi delle macchine fotografiche erano intenti a immortalare il pontefice mentre recitava l’Angelus, stavolta il soggetto era la finestra chiusa dell’appartamento papale.

La giornata era bella e soleggiata, dando così ai pellegrini la possibilità di radunarsi in piazza per rivolgere una preghiera sia al Papa Emerito sia al nuovo Papa, che verrà eletto nel Conclave che si terrà nelle prossime settimane. Erano presenti scolaresche provenienti da tutta Italia, in particolar modo da Rho, comune della provincia milanese: indossavano magliette bianche con scritte gialle, i colori non sono scelti a caso poiché sono quelli pontifici.
Non tutti, però, sembrerebbero d’accordo con la coraggiosa scelta presa da Benedetto XVI: Don Andrea Maggio, parroco di Castelvittorio, comune che si trova in provincia di Imperia, avrebbe dato fuoco a una fotografia di Joseph Ratzinger, accusandolo di non essere un vero pastore della Chiesa in quanto si è dimesso dal ruolo che gli avrebbe incaricato Dio. Il prete avrebbe compiuto il folle gesto nel corso della sua omelia, davanti a una folla di decine di persone.
Tornando a Roma, ora c’è grande attesa per il conclave che designerà il nuovo Papa ed erede di Benedetto XVI: nella giornata di lunedì prenderanno il via le prime congregazioni generali, dove tra gli ordini del giorno ci sarà anche lo scandalo Vatileaks. Il cardinale portoghese Martins ha assicurato che ognuno dei porporati può prendere liberamente la parola ed esprimere la propria opinione su ogni argomento, precisando però che non ha senso fare delle ipotesi su chi sarà il nuovo Papa, visto che tutti i papabili hanno le stesse identiche probabilità di venire eletti e che la scelta finale spetterà allo Spirito Santo.
nuovo-papa
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Attualità