Economia

Diritti tv: cifra record per il campionato di calcio 2015/2016

Diritti tv: cifra record per il campionato di calcio 2015/2016
Redazione

Nessuna rivoluzione per il calcio italiano i cui rappresentanti, come ogni inizio anno, si sono seduti al tavolo delle trattative con i rappresentanti delle reti tv principali per discutere dei famosi diritti televisivi per la stagione 2015/2016.

Al tavolo erano seduti la Lega di serie A con il suo presidente Maurizio Beretta, l’emittente Sky e quella Mediaset, i due broadcaster principale per la trasmissione delle partite di calcio negli ultimi anni e di fatti gli unici in grado di poter negoziare i vari pacchetti per garantire l’offerta migliore ai propri abbonati.

L’assemblea fiume ha portato ad alcuni accordi per il 2015/2016 televisivo, eccoli:

Sky si è aggiudicata tutta la serie A e l’Europa League
Mediaset ha ottenuto le gare di 8 squadre tra cui Juventus, Milan, Inter, Napoli e Roma oltre alla Champions League

Parlando di cifre l’offerta messa sul piatto dalle emittenti è una delle più alte di sempre, 945 milioni di euro (ben 116 in più rispetto al campionato 2013/2014) a cui andranno poi aggiunti i diritti per internet, per l’estero e per le trasmissioni in chiaro, quindi visibili ai soli possessori di digitale terrestre senza abbonamento privato.

Anche tra i due broadcaster vi è stato un patto di intesa che prevede una sub-licenza e uno scambio di diritti che porta a Mediaset a rivendere una parte di pacchetto a Sky e la società di Murdoch ad avere ancora tutto il campionato di serie A con l’esclusiva su 12 squadre tranne la Roma, su interviste e telecamere all’interno degli spogliatoi. L’esborso finale dell’azienda milanese è di 373 milioni, quello di Sky 572 milioni.

diritti-tv-calcio

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Altro in Economia