Cronaca

Dell’Utri tornato in Italia, trasferito nel carcere di Parma

Dell’Utri tornato in Italia, trasferito nel carcere di Parma
Redazione

Marcello Dell’Utri ha fatto ritorno nel nostro paese dal Libano ed ora si trova in carcere a Parma. Vi è stato bisogno di utilizzare un’ambulanza per il trasferimento e il mezzo, partito da Fiumicino, ha fatto un percorso particolare per riuscire ad evitare l’assembramento di giornalisti e fotografi recatisi in aeroporto e a Parma.

Dell’Utri, che nel suo viaggio dal paese dei cedri all’Italia è stato accompagnato dalla figlia, una volta giunto a Fiumicino, si è visto consegnare i documenti che danno esecuzione alla pena ai sette anni di reclusione che dovrà scontare in seguito a quanto statuito dalla Corte di Cassazione, che ha messo la parola fine, almeno dal punto di vista giuridico, alla vicenda e al processo che lo ha visto imputato, e poi condannato per mafia.

Alle 16.30 è giunto nella struttura penitenziaria che lo ospiterà ed è stato celermente trasferito nella struttura medica che fa a questa riferimento e che si trova sempre al suo interno. La struttura carceraria emiliana è stata valutata come la più idonea a rispondere a quelle che sono le esigenze mediche di uno dei fondatori di Forza Italia, il quale ha da poco sostenuto una delicata operazione.

Secondo le informazioni raccolte dall’Ansa, subito dopo essere atterrato in Italia, la Dia ha provveduto a sequestrargli “una consistente somma di denaro, dei telefoni cellulari e diverse agende” e poi, come da protocollo, ha compiuto in dei locali appositi la perquisizione personale e quella ai bagagli.

Chi ha avuto modo di vedere l’ex senatore, come alcuni appartenenti alla carta stampata che erano sul volo con cui l’ex senatore è tornato nel nostro paese, ha affermato che “era abbastanza provato ma che ha camminato senza difficoltà una volta sceso dall’aereo”.

DELL'UTRI

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Altro in Cronaca