Decine di arresti tra gli estremisti di destra. Fermata anche la Florino

Decine di arresti tra gli estremisti di destra. Fermata anche la Florino
Fulvio Guerci

Diversi tipi di accuse tra cui lesioni, progettazione e realizzazione di attentati, aggressione a pubblico ufficiale, riunione non autorizzata in luogo pubblico e le ben più gravi detenzione e porto illegale di armi e di materiale esplosivo e indottrinamento dei giovani militanti all’odio razziale e all’antisemitismo, sono le motivazioni che hanno spinto le forze dell’ordine campane ad eseguire una fitta serie di arresti in tutta la regione.

Tra le province di Napoli e Salerno, ma anche di Latina nel Lazio, i maggiori esponenti dell’organizzazione eversiva di centrodestra sono rei tra l’altro di aver organizzato gli scontri di piazza a Napoli nella primavera del 2011 e alcuni attentati ad esponenti politici. A destare maggiore scandalo è anche il fatto che tra le persone arrestate spunti anche il nome di Emanuela Florino, 26enne figlia dell’ex senatore di An ed esponente di spicco del movimento Casapound di Napoli. La Florino è anche candidata alle prossime elezioni nelle liste di Casapound.

Oltre ai già citati episodi, da quanto emerso dalle intercettazioni telefoniche diverse persone indagate nell’ultimo anno stavano progettando di violentare una studentessa universitaria ebrea e di dare fuoco ad una gioielleria di proprietà di un ebreo.

A destare particolare scandalo è la crudezza delle frasi scambiate tra i protagonisti e i continui richiami a ideologie fasciste e naziste. Sdegno è stato mostrato dal ministro Severino mentre da Casapound affermano che si tratta di “arresti mirati in vista delle elezioni”.

casapound

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in