Cronaca

Courmayeur, avanza la frana del Monte di La Saxe

Courmayeur, avanza la frana del Monte di La Saxe
Redazione

Aosta. Ancora una notte di paura a preoccupazione a Courmayeur, dove le festività pasquali sono state funestate dalla frana del Monte di La Saxe. Nella notte tra il Lunedì dell’Angelo e Martedì, un nuovo ingente crollo di detriti si è riversato nella zona della Palud di Courmayeur, dalla quale sono già state fatte sfollare ottanta persone residenti.

Complessivamente, il volume della frana ha raggiunto un potenziale di duecentomila metri cubi, dei quali ventimila sono caduti solamente nella notte di Pasqua. Una vera e propria emergenza che ha portato il capo della protezione civile Franco Gabrielli ad effettuare a bordo di un elicottero un primo sopralluogo ufficiale, per individuare nel più breve tempo possibile gli interventi da mettere in atto per far fronte alla crisi.

Assieme al sindaco Ferraud e al presidente della regione Valle d’Aosta Rolandin, è stato firmato un protocollo per la realizzazione di una struttura contenitiva che possa mettere un freno alla frana. L’area messa a rischio dal maxi smottamento è infatti davvero molto ampia, otto milioni di metri cubi dei quali oltre un milione e mezzo da mettere immediatamente in sicurezza, per evitare danni gravi.

L’inizio dei crolli aveva procurato anche gravi problemi alla viabilità, con il Traforo del Monte Bianco che era rimasto chiuso per circa due ore, prima che la situazione fosse riportata sotto controllo. Il versante di montagna in movimento è stato individuato in un’area di circa quattrocentomila metri cubi, e la Protezione Civile continua a monitorare minuto per minuto la situazione, anche dopo l’evacuazione totale del villaggio di La Palud.

Sul piano politico, intanto, un evento straordinario ha scosso il consiglio regionale che fa capo alla città di Aosta. Oggi pomeriggio tutti gli otto assessori che formano il consiglio regionale hanno rassegnato le dimissioni in riposta alle mozioni di sfiducia firmate e presentate dalle opposizioni. Le forze politiche dovranno ora confrontarsi per cercare una soluzione in tempi brevi.

frana-courmayeur

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca