Attualità

Consigli su come trascorrere Ferragosto a casa

Consigli su come trascorrere Ferragosto a casa
Cristina Garbero

Il Ferragosto è stato per millenni il fulcro di un meritato riposo dopo il duro lavoro dei campi. Un sacro rito di ristoro per la terra e per l’uomo, così importante che il primo imperatore romano, Augusto, lo ribattezzò con il suo nome segnandolo con le feriae Augusti, appunto.

Il Ferragosto dei nostri giorni è caratterizzato da folli corse telefoniche alla ricerca di un alloggio dell’ultima ora o da prenotazioni di tavoli confermate con settimane di anticipo.
Il tutto per stare stipati in località più o meno rinomate e pranzare, dopo lunghe attese, senza ricevere troppe attenzioni dal personale di sala.

L’alternativa alla rocambolesca fuga di Ferragosto potrebbe essere rimanere in due o, addirittura, da soli, persiane chiuse, una musica rilassante di sottofondo, un buon libro e qualcosa di gratificante da mangiare.

E se proprio la famiglia e gli amici sono indispensabili nella vostra giornata sarà buona norma vuotare il frigo di tutto il solito previsto per fare posto al cocomero, alla birra, e ad una bella insalata di riso o pasta. Mentre il terrazzo, il cortile, o il giardino, diverranno la base ideale per una bella griglia dove l’esperto della brace farà cuocere per tutti qualsiasi cosa si possa grigliare dalle salsicce ai gamberoni, dalle bistecche al radicchio fino ai pomodori dell’orto.

Se poi voleste essere decisamente controcorrente, Ferragosto potrebbe essere il giorno giusto per ritinteggiare le pareti di casa. Al riparo dal solleone muniti di tanta creatività.

Comunquea scelta migliore resta quella di staccare la spina della quotidianità e ricavarsi un tempo di riposo in uno spazio per voi.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità