Condannati due carabinieri che violentarono due prostitute

Condannati due carabinieri che violentarono due prostitute
Fulvio Guerci

Sono state pronunciate dal giudice di primo grado di Milano le condanne per i due carabinieri che violentarono nel 2009 due prostitute straniere. La sentenza ha portato a condannare i due carabinieri rispettivamente a 7 anni e a 3 anni e 4 mesi, con un’interdizione dai pubblici uffici che nel primo caso è perpetua, mentre nel secondo si ferma a 5 anni.

Roberta Nunnari, gup di Milano, ha emesso le condanne basandosi sulla richiesta del pm Giovanni Polizzi, che si era però fermato a 6 anni per il primo, cui è stata comminata una pena maggiore in considerazione del suo grado superiore.
I due avrebbero portato le due ragazze, straniere e senza documenti regolari, ad avere rapporti sessuali, dicendo loro che solo in quel modo avrebbero potuto evitare di essere denunciate.

La condanna chiesta dal pm per il secondo è stata invece ridotta dai 5 anni chiesti inizialmente ai 3 anni e 4 mesi finali, considerando sia il grado inferiore dell’imputato, sia gli episodi che sono stati contestati ai due carabinieri: due al primo, uno al secondo.  L’episodio della violenza risale al 2009, ma solo lo scorso marzo i due carabinieri sono stati arrestati, e nel secondo caso le misure cautelari si sono fermate agli arresti domiciliari.

Insieme alla condanna, il gup ha previsto anche una provvisionale a favore delle parti civili: 30.000 euro per una delle due ragazze, costituitasi come parte civile, e 20.000 euro per il Ministero della Difesa.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in