Cucina

Come cucinare la porchetta, ricetta e ingredienti

Come cucinare la porchetta, ricetta e ingredienti
Federica Stresati

La porchetta è uno dei piatti più tipici italiani. La sua origine si perde nei secoli e almeno due località ne rivendicano l’origine: Ariccia e Norcia. Ariccia, in particolare, ha ottenuto il marchio IGP. Comunque, viene riproposta un pò in tutta italia in occasione di feste paesane, sagre e nelle cantine per accompagnare i vini.

La ricetta originale prevede l’abbattimento di un maiale di circa un quintale che poi viene lasciato dissanguare e immerso in acqua bollente affinché si depili. Quindi, si lava, si eviscera e si cosparge l’interno con erbe aromatiche in particolare rosmarino e aglio in camicia. Viene legato ben stretto dopo aver inserito un bastone per poterlo mettere sul fuoco. La tradizione vuole che venga arrostita su braci ardenti, ma per motivi di igiene si stanno utilizzando i forni in acciaio.

In casa è possibile prepararla in dosi più ridotte, ma ottenendo lo stesso inimitabile gusto. Pochi semplici ingredienti per un piatto ricco e saporito adatto a una serata tra amici.
Gli ingredienti per 6 persone:

– 5 kg di pancetta di maiale con la cotenna
– sale 
– pepe nero
– aglio
– rosmarino tritato finemente

Distendere bene la carne massaggiandola per renderla atta a ricevere bene gli aromi. Quindi cospargere l’interno della carne con sale, pepe nero, aglio e rosmarino tritato. Arrotolare incidendo al cotenna per far combaciare i lembi e poter stringere meglio catturando all’interno gli aromi.
Mettere in forno preriscaldato a 250 °C avendo cura di riporre sul basso una bacinella con acqua. Quest’ultimo accorgimento consente di raccogliere il grasso che cola durante la cottura senza provocare fumo.

La porchetta si adagia su una griglia da forno in corrispondenza della bacinella e si lascia cucinare per circa 3 ore. Bisogna controllare sempre il livello dell’acqua ed eventualmente fare il ribocco.
Il tempo è indicativo e dipende dal maiale. Comunque, a fine cottura la cotenna deve essere ben croccante e la carne si deve ben infilzare senza difficoltà.

Il vino da abbinare sarà un bianco di buona gradazione alcolica ben freddo. Il pane croccante in accompagnamento alla porchetta ne esalterà il gusto e l’inconfondibile aroma. Nel caso non si consumi tutta, la porchetta può essere conservata in frigo. Il giorno dopo affettata nel panino caldo sarà il giusto spuntino o anche una saporita cena.

porchetta

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cucina

Altro in Cucina